Fase 3, la città di Palermo e le attività estive dei ragazzi - QdS

Fase 3, la città di Palermo e le attività estive dei ragazzi

redazione web

Fase 3, la città di Palermo e le attività estive dei ragazzi

lunedì 08 Giugno 2020 - 00:08
Fase 3, la città di Palermo e le attività estive dei ragazzi

Scatta da oggi per gli organizzatori anche di quelle gratuite l'obbligo della comunicazione al Municipio. Che controllerà, con l'Asp, il rispetto di tutte le norme igienico sanitarie. Lo svolgimento in spazi privati e luoghi pubblici


Nella città di Palermo, da oggi, tutti gli enti, le associazioni, le cooperative e i soggetti a qualsiasi titolo costituiti che intendano avviare attività in favore dei bambini e degli adolescenti per il periodo estivo dovranno darne comunicazione al Comune tramite il portale dei servizi online dell’Ente.

La comunicazione è obbligatoria sia per le attività onerose, sia per quelle gratuite che si svolgeranno nel periodo che va dal 15 giugno a inizio anno scolastico 2020-2021.

La comunicazione fa parte delle linee guida nazionali, come viene sottolineato nell’ordinanza del 22 maggio del presidente della Regione.

Enti, associazioni, cooperative eccetera, dovranno autocertificare, in quanto organizzatori e gestori delle attività, il rispetto di tutte le norme igienico sanitarie previste e le prescrizioni e le indicazioni strutturali e organizzative.

Saranno quindi attivate da parte del Comune di Palermo, in collaborazione con i competenti uffici dell’Asp, delle verifiche.

Oltre che negli spazi privati – o comunque nella disponibilità dei soggetti organizzatori -, le attività potranno svolgersi in luoghi pubblici che dovranno essere esplicitamente richiesti dagli organizzatori al Comune.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684