Film, "Io e Freddie" di Santocono, mediometraggio contro l'Aids - QdS

Film, “Io e Freddie” di Santocono, mediometraggio contro l’Aids

redazione web

Film, “Io e Freddie” di Santocono, mediometraggio contro l’Aids

domenica 01 Dicembre 2019 - 09:44
Film, “Io e Freddie” di Santocono, mediometraggio contro l’Aids

E' stato presentato, dopo la conferenza stampa nazionale al Senato, in un'affollatissima anteprima nel cinema Odeon di Catania. Adesso verrà proiettato in tutte le scuole d'Italia per accendere i riflettori sulla recrudescenza della malattia

“Sono particolarmente felice oggi perché il messaggio che abbiamo voluto mandare mercoledì scorso al Senato e oggi qui nel cinema Odeon di Catania con grande affluenza di pubblico è stato già ampiamente recepito dagli addetti ai lavori visto”.

Lo ha detto il giornalista e scrittore Francesco Santocono che ieri, dopo la conferenza nazionale in Senato di mercoledì 27, ha presentato in un’affollatissima anteprima in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids, il suo mediometraggio dal titolo “Io & Freddie. Una specie di magia”.

Grandi applausi per il film, che dura mezz’ora ed è interpretato tra gli altri da uno straordinario Alessandro Haber e da Stella Egitto e Gabriele Vitale. La regia, come detto, è di Santocono mentre il direttore della fotografia è Filippo Allotta e le musiche sono di Lino Zimbone.

Santocono ha spiegato di aver voluto costruire il film attorno al percorso di consapevolezza di un ragazzo qualunque, un po’ ribelle che ha un fratello omosessuale sul quale scarica molte colpe.

“Per parlare della malattia – ha aggiunto – abbiamo utilizzato una figura simbolo. Durante la conferenza stampa al Senato, l’Istituto superiore della Sanità ha sciorinato quei numeri che io ho voluto evidenziare a modo mio in questo film, evocando il personaggio di Freddie Mercury, sull’onda del successo dell’inverno scorso di Bohemian Rhapsody. Mercury, nel film, diventa una sorta di guida spirituale di un ragazzo, vittima dell’omofobia e che si ritrova a combattere contro l’Aids”.

“L’idea di un film contro il virus dell’Hiv – ha sottolineato Santocono – è nata quando ho avuto modo di visionare i preoccupanti dati dell’Istituto Superiore di Sanità, in particolare quelli relativi agli adolescenti e ai ragazzi sotto i trenta anni. Da comunicatore mi sono subito reso conto dell’esigenza di riaccendere i riflettori su questa patologia, ormai quasi dimenticata dai media. Ho voluto dunque costruire un messaggio di prevenzione, concentrandomi in particolare sul percorso umano di Freddie Mercury, davvero utile a stimolare un momento di riflessione a un pubblico vasto e variegato, capace di comprendere diverse fasce d’età”.

“Il fatto che tanta gente – ha sottolineato Santocono – abbia già acceso i riflettori sull’Aids mi rende, come detto, davvero felice. E sono sicuro che dopo quest’iniziativa, che spero abbia la massima divulgazione, così come abbiamo programmato, in tutte le scuole d’Italia, vi sia un’ampia attenzione nei confronti di questa malattia che non è scomparsa affatto e va combattuta. Per questo mi rivolgo prima di tutto a noi uomini dell’informazione, che dobbiamo rimboccarci le maniche e metterci al lavoro immediatamente”.

“Io & Freddie. Una specie di magia” è parte della Campagna di sensibilizzazione contro il virus dell’Hiv promosso dal Centro Studi delle Professioni Sanitarie per la Giustizia, presieduto da Santocono, che è anche dirigente dell’Arnas Garibaldi di Catania, e curato dall’agenzia di relazioni pubbliche Ajs Connection.

I dati dell’Istituto Superiore della Sanità citati da Santocono indicano come in Italia il fenomeno del contagio, nella fascia di età compresa tra i 16 e i 35 anni, sia pari a 4,7 nuovi casi per centomila residenti.

L’incidenza di nuove diagnosi di Hiv tra i giovani di età inferiore a 25 anni ha mostrato un picco nel 2017.

“Sebbene se ne parli meno il virus dell’Hiv è, secondo l’Oms, una priorità di salute globale” ha sottolineato nel suo intervento al Senato la dottoressa Elisabetta Ensoli, il Direttore del Centro Nazionale per la Ricerca su HIV/AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità.

“Ciò che più impressiona – ha aggiunto – è che a fronte dei 37, milioni di persone malate, in tutto il mondo, compreso oltre un milione e mezzo di bambini, ogni settimana settemila persone siano infettate. Sono significativamente disattesi gli obiettivi Unaids 90-90-90 per fermare l’epidemia nel 2030, nonostante che le linee guida dell’Oms indichino che è necessario iniziare la terapia subito dopo la diagnosi e che sarebbe auspicabile che questa sia prescritta preventivamente nelle popolazioni a rischio”.

In Italia l’incidenza più alta si registra tra i 25 e i 29 anni – 11.8 nuovi casi – e tra i 30 e i 39 – 10.9 nuovi casi – e nei maschi è tre volte superiore a quelle delle femmine.

Infine, la maggioranza delle nuove infezioni è dovuta a rapporti sessuali non protetti: 80,2% dei quali eterosessuali 41,2% eterosessuali e 39,0% MSM.

La Campagna si rivolge a sensibilizzare e a rendere più consapevoli i ragazzi e le ragazze delle scuole superiori.

Sono stati coinvolti gli istituti scolastici di alcune delle principali città italiane e nei prossimi sei mesi saranno organizzati incontri in cui, oltre alla proiezione del film, ci saranno momenti di informazione e confronto con medici infettivologi, sociologi e Istituzioni.

La campagna ha il pieno supporto di Simit Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali e il Patrocinio della Fidal, la Federazione Italiana di Atletica Leggera.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684