Florenzi: "Francia e Mbappé i più forti, ma noi ci siamo" - QdS

Florenzi: “Francia e Mbappé i più forti, ma noi ci siamo”

web-j

Florenzi: “Francia e Mbappé i più forti, ma noi ci siamo”

web-j |
martedì 08 Giugno 2021 - 17:50

Per Florenzi, il gruppo è molto simile a quello del 2016, ma con più qualità. La Francia, anche per il terzino ex Roma, resta la squadra da battere e la favorita per la vittoria del torneo.

Alessandro Florenzi ha le idee chiare sul percorso che la Nazionale italiana sta intraprendendo e su dove deve arrivare: “Questo gruppo – ha sottolineato il terzino in raduno a Coverciano – è molto simile a quello azzurro di cinque anni fa, del 2016, anche se secondo me abbiamo più qualità. Ma lo dobbiamo dimostrare: dobbiamo fare meglio dei quarti di finale raggiunti a Euro 2016″.

Una consapevolezza chiara, anche sulla sua forza e sul suo livello di maturazione: “Personalmente mi sento un giocatore più forte rispetto agli ultimi Europei. Questultima stagione mi ha insegnato tante cose: ad entrare in uno spogliatoio fatto di grandi personalità, mi ha reso un calciatore migliore e mi ha dato la consapevolezza di esserlo. Sono davvero voglioso di disputare una manifestazione di questo livello. Adesso si fa veramente sul serio: non vediamo lora di iniziare”.

Ma che avversario sarà la Turchia, che venerdì allo Stadio Olimpico affronterà gli Azzurri nella gara inaugurale di Uefa Euro 2020?

“Affronteremo una squadra con ottime individualità – prosegue Florenzi – e ben organizzata. Sono bravi nelle conclusioni da fuori e sui calci piazzati, per cui dovremo stare particolarmente attenti anche a non concedere punizioni. Sarà una bella emozione tornare in uno stadio che mi ha visto crescere e che mi ha dato tanto, per di più finalmente con il pubblico sugli spalti”.

Infine un pensiero sulle altre avversarie presenti alla fase finale dellEuropeo: "Credo che la Francia sia la favorita, anche perché può contare sul giocatore più forte del torneo, probabilmente il migliore al mondo in questo momento: Mbappé. E lo dico con la consapevolezza di essermi allenato con lui nellultimo anno. Ma vincere non è facile né scontato, soprattutto in una competizione in cui possono essere i dettagli a fare la differenza. Ci sono altre Nazionali che possono insidiare la Francia per la vittoria finale nella competizione e tra queste ci siamo anche noi”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684