Il futuro di Lampedusa e Linosa è nella riconversione energetica - QdS

Il futuro di Lampedusa e Linosa è nella riconversione energetica

redazione

Il futuro di Lampedusa e Linosa è nella riconversione energetica

martedì 10 Maggio 2022 - 09:13

Per le Pelagie messi a disposizione 41 milioni di euro finalizzati alla transizione ecologica. Un’opportunità da non perdere per imprese, attività commerciali e per i singoli cittadini

LAMPEDUSA (AG) – La Sala convegni dell’aeroporto delle Pelagie ha ospitato un’importante iniziativa sul tema “Verso la riconversione energetica di Lampedusa e Linosa”, promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con il Politecnico di Torino, Marine Offshore Renewable Energy lab, e Clean Energy for Ee Islands.

A disposizione delle Pelagie ben 41 milioni di euro

Nel corso dell’incontro sono state illustrate tutte le opportunità che si possono attivare attraverso il Programma Isole Verdi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che mette a disposizione delle Pelagie ben 41 milioni di euro per interventi finalizzati alla riconversione ecologica (opere pubbliche, impianti di produzione energetica, ma anche misure destinate ad imprese e privati cittadini nel campo della mobilità ecologica, del fabbisogno energetico e della riconversione dei mezzi di trasporto di terra e di mare).

“Già dal momento della pubblicazione del Programma Isole Verdi – ha affermato il sindaco di Lampedusa e Linosa, Totò Martello – la nostra Amministrazione comunale si è attivata per poter mettere in campo i progetti e le iniziative coerenti con le finalità del programma, in relazione alle caratteristiche del nostro territorio e alle esigenze della comunità: in questo senso abbiamo avviato importanti collaborazioni, a iniziare da quella con il Politecnico di Torino, per poter presentare progetti idonei ad ottenere i finanziamenti messi a disposizione dal Pnrr”.

Lampedusa e Linosa possono e devono rendersi indipendenti

“Oggi più che mai – ha concluso Martello – per esigenze legate alla tutela ambientale, ma anche per contrastare gli effetti del caro-bollette dovuti all’aumento del costo dell’energia elettrica, così come gli effetti collegati agli aumenti del costo dei carburanti, abbiamo la necessità di investire sulle energie alternativa: Lampedusa e Linosa possono e devono rendersi indipendenti, sfruttando tutte le opportunità connesse alle diverse forme di sostentamento energetico ecologico”.

Nel corso del convegno è stato illustrato il lavoro portato avanti e tutte le iniziative rivolte a imprese, attività commerciali e anche ai singoli cittadini di Lampedusa e Linosa.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684