Gela, il Bilancio preventivo può attendere - QdS

Gela, il Bilancio preventivo può attendere

Liliana Blanco

Gela, il Bilancio preventivo può attendere

mercoledì 12 Agosto 2020 - 00:00
Gela, il Bilancio preventivo può attendere

Il documento economico sarà anche quest’anno approvato dal Comune con grandissimo ritardo. Amministrazione e Consiglio sono attualmente al lavoro su tutti gli atti propedeutici

GELA (CL) – Sette mesi di attività amministrativa in esercizio provvisorio e ad agosto si comincia a parlare di Bilancio di previsione, che in ogni caso non potrà essere in vigore prima di ottobre, ovvero al decimo mese dell’anno solare. Sempre che ci sia l’accordo politico.

Come sottolineato dall’assessore al ramo, Danilo Giordano, il documento economico è da approvare entro il 30 settembre, ma gli scossoni che hanno fatto traballare la maggioranza non promettono nulla di buono. Attualmente Amministrazione e Civica assise stanno lavorando su tutti gli atti propedeutici in programma per l’approvazione del regolamento di contabilità. In questo quadro, nonostante il solito ritardo del Bilancio, Giordano ha affermato che le casse dell’Ente non sono in sofferenza, al netto del taglio ai trasferimenti, e non c’è alcun problema con il pagamento dei fornitori.

Sono in programma sgravi sulla Tari per le aziende che hanno dovuto chiudere a causa dell’emergenza Covid e si lavora sulla nuova teleprenotazione per usufruire dei servizi dell’Ufficio Tributi. L’assessore Giordano ha chiesto ai suoi uffici di reperire in bilancio queste somme e sono stati trovati 660mila euro. “Andremo a calcolare le potenziali entrate – ha spiegato – e abbatteremo la Tari, anche se la percentuale sarà soggettiva. È solo un piccolo segnale, ma era un impegno ben preciso che avevo preso con la città per andare incontro a chi, per mesi, non ha incassato un euro”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684