Giro d'Italia 2022, pronostico rispettato: maglia rosa a Van Del Poel - QdS

Giro d’Italia 2022, pronostico rispettato: maglia rosa a Van Del Poel

web-la

Giro d’Italia 2022, pronostico rispettato: maglia rosa a Van Del Poel

Nunzio Currenti  |
venerdì 06 Maggio 2022 - 19:28

Mathieu Van der Poel domina la rampa di Visegrad, piega già subito i primi rivali e scrive da subito il primo capitolo di questo Giro d’Italia

Era il favorito, pronostico rispettato. Come un imperatore ha conquistato il primo regno, quella maglia rosa, che gli consegna l’ennesimo tassello di una straordinaria carriera. Mathieu Van der Poel domina la rampa di Visegrad, piega già subito i primi rivali e scrive da subito il primo capitolo di questo Giro d’Italia destinato a regalare grandi emozioni.

Giro d’Italia 2022, la prima tappa

L’arrivo della prima tappa – molto simile ad una classica belga – infiamma il pubblico magiaro accorso in massaa nella prima tappa. Il leader dell’Alpecin incassa il bottino pieno, superando Biniam Girmay (Intermarchè-Wanty-Gobert Matériaux) e Pello Bilbao (Bahrain Victorious) che sin dalla prima tappa mette subito le cose in chiaro.

Nell’arrivo in volata cade Caleb Ewan, che aveva tenuto benissimo nonostante le rigide pendenze. Richard Carapaz arriva nel blocco dei primi, la gamba dell’ecuadoriano è apparsa già rodata per centrare il grande risultato. Vincenzo Nibali è apparso molto tonico, all’arrivo paga solo 4 secondi. Un risultato senz’altro incoraggiante per il messinese dell’Astana. Tengono con lo stesso distacco sia Simon Yates che Alejandro Valverde. Pagano dazio Martin e Fortunato. E siamo solo all’inizio.

Giro d’Italia 2022, la seconda tappa

Domani seconda tappa in Ungheria con la cronometro nel centro di Budapest di nove chilometri. La tre giorni in Ungheria si chiuderà con la Tappa del Lago Balaton, il mare d’Ungheria. Dopo una prima parte, con salite mangia e bevi, in cui attraverso lievi ondulazioni ci si avvicina al lago si raggiunge Nagykanizsa per, poi, tornare al Balaton. Gli ultimi cinquanta chilometri non riservano grandi insidie. E poi ci sarà la prima giornata di riposo prima delle due tappe siciliane, Avola-Etna e Catania-Messina.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684