Giro d'Italia 2022: Buitrago fa l'impresa in fuga, Carapaz maglia rosa

Giro d’Italia 2022: Buitrago fa l’impresa in fuga, Carapaz difende la maglia rosa

web-pv

Giro d’Italia 2022: Buitrago fa l’impresa in fuga, Carapaz difende la maglia rosa

Nunzio Currenti  |
mercoledì 25 Maggio 2022 - 19:23

Tra i big della classifica Carapaz e Hindley riescono sull’arrivo ad anticipare di sei secondi Mikel Landa che, dopo aver gestito tatticamente la corsa, ha ceduto solo nel finale

Esulta il colombiano Santiago Buitrago. Esulta per una vittoria da copertina, con un’azione da manuale che gli consegna la vittoria più bella. Il portacolori della Bahrain Victorius, Santiago Butriago – il cui procuratore è Paolo Alberati (bravo anche per aver scoperto da giovane anche Bernal) – guadagna la vittoria nella Ponte di Legno-Lavarone, precedendo Gijs Leemreize (Jumbo Visma) – uno dei volti più apprezzati in questo Giro – e un sontuoso Jan Hirt (Intermarché) che aveva vinto ieri sull’Aprica.

Landa leggermente attardato

“Vincere – confesserà all’arrivo – una tappa del Giro è eccezionale, soprattutto dopo la grande delusione del secondo posto di domenica (all’arrivo di Cogne dietro a Ciccone ndr). La chiave di questo successo è stata la pazienza in salita. Penso di aver corso bene. Questa vittoria è per la mia famiglia in Colombia e per tutte le persone che mi hanno supportato fino ad ora”. Tra i big della classifica Carapaz e Hindley riescono sull’arrivo ad anticipare di sei secondi Mikel Landa che, dopo aver gestito tatticamente la corsa, ha ceduto solo nel finale.

Nibali difende la top 10

Cresce chiaramente il rammarico per non aver visto in questo Giro Damiano Caruso. Il ragusano – compagno di Landa – lo ritroveremo al Tour, ma con tutte queste salite avrebbe fatto senz’altro bene. Vincenzo Nibali cede due minuti ai primi della classe, ma senza mollare oltre modo. L’obiettivo a questo punto per il messinese è conservare un posto nella Top Ten anche se ad insidiarlo ci sono Pello Bilbao e Jan Hirt. Staremo a vedere. Si ritira invece Simon Yates che conferma di non avere un grande feeling con la corsa rosa. Pozzovivo scala in decima posizione a oltre 12 minuti.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684