Grest bambini estate 2022: i migliori a Catania - QdS

Grest bambini estate 2022 a Catania: le migliori alternative e la guida

Ivana Zimbone

Grest bambini estate 2022 a Catania: le migliori alternative e la guida

mercoledì 04 Maggio 2022 - 12:52

Lavorare a Catania in estate e trovare un centro estivo ricco di stimoli e attività per i bambini? Ecco le migliori alternative e la guida alla scelta

L’estate è ormai alle porte e il grest per bambini è una – seppur parziale – soluzione alla chiusura scolastica estiva per i genitori che lavorano.

Ecco alcune tra le più valide opzioni a Catania che non siano un semplice “parcheggio” per i più piccoli. Ma una vera opportunità ricca di stimoli e socializzazione dopo anni difficili in cui i bambini hanno visto ridurre i propri spazi.

Summer Village al Lido Azzurro dai 3 ai 13 anni

La bella stagione richiama sicuramente il mare. Ma se mamma e papà sono troppo impegnati, frequentare uno stabilimento balneare e divertirsi tra sabbia e risate può diventare complicato.

La soluzione è il “Summer Village” che, da tanti anni, si svolge al Lido Azzurro alla Playa di Catania.
Nell’estate 2022 si svolgerà dal lunedì al venerdì, dal 13 giugno al 5 agosto, dalle ore 7:30 alle ore 17:30, al costo di 390 € + 20 € di iscrizione e assicurazione. Ma si può scegliere pure l’orario ridotto. Il pranzo può essere acquistato in loco, oppure portato da casa.

“Il centro estivo Summer Village è unico nel suo genere perché, oltre al divertimento assicurato dalla professionalità di istruttori sportivi qualificati, dispone della struttura balneare più grande e attrezzata con campi sportivi di tutto il litorale Playa – spiega l’organizzatrice Jamy Ferrari -. Sole, mare, sabbia, piscina, sport, musica, divertimento sono tutti ingredienti di un mix unico che solo il Summer Village può offrire.

Ogni mattina i bimbi si radunano a La Plaza, un grande gazebo circondato da prato verde e tavoli da pic-nic interamente riservato a loro. Dove possono prepararsi per il bagno, tornare dopo essersi asciugati, fare colazione, cospargersi ancora di protezione solare e ballare insieme al ritmo degli ultimi successi dell’estate”.

Il grest al Lido Azzurro è anche sport. Perché i bambini vengono coinvolti in attività sportive direttamente sulla porzione di battigia a loro riservata.

“Lo sport svolge un ruolo fondamentale nella formazione individuale e nell’educazione sociale – continua Ferrari -. E noi lo promuoviamo perché crediamo fortemente nei valori sociali, educativi e culturali che riesce a veicolare”.

Norme di sicurezza

Nessun timore per i genitori più apprensivi. Tutte le attività si svolgono all’aria aperta – nel pieno rispetto delle normative anti-Covid -, i piccoli stanno per lo più all’ombra al riparo dai raggi solari e, quando vanno a fare il bagno, possono immergersi soltanto in un’area delimitata dagli istruttori con cime galleggianti.

Inoltre, per i più piccini, c’è la possibilità di usare la piscina.

Per ulteriori informazioni o per iscriversi, chiamare il 328 9548254.

Grest “Un viaggio in Sicilia” alla Triscele: dai 12 mesi agli 8 anni

Tra i grest estivi a Catania merita assolutamente di essere preso in considerazione quello organizzato da “La Triscele“, di via Francesco Riso 51. Che non offre un “solito” centro estivo, ma un percorso tematico che cambia di anno in anno.

Si tratta di una struttura di dimensioni medio-piccole, gestita dalla pedagogista Paola Portoghese che si avvale esclusivamente di personale altamente specializzato. Tutto l’anno offre asilo nido, baby parking, dopo scuola, tantissime attività ludiche, sportive e culturali e consulenze di pedagogia clinica.

“Quest’estate i bimbi saranno coinvolti nella scoperta della Sicilia. Il grest tematico prevede laboratori di arte rupestre, culinari, letture, laboratori creativi e musicali con la musicoterapista che accompagnino anche i più piccini nella conoscenza della nostra amata terra – spiega Paola Portoghese -. Non mancheranno giochi, mare, piscina e uscite alla villa Bellini con attività all’aria aperta”.

Il centro estivo sarà attivo dal lunedì al venerdì. I bambini saranno divisi in due fasce d’età: dai 12 ai 36 mesi e dai 4 agli 8 anni.

Le attività per i piccoli e per i “grandi”

La settimana tipo a La Triscele per l’estate 2022?

“Per i più grandi lunedì e giovedì sarà la volta di mare e piscina al lido Le Palme della Playa; il martedì ci saranno lezioni di tastiera e laboratori di musica siciliana; il mercoledì il laboratorio di pittura rupestre con Luana Lombardo; il venerdì si andrà alla villa Bellini per giocare all’aria aperta e partecipare al nostro amatissimo laboratorio di lettura Bìbliole“, continua la dottoressa.

Divertimento assicurato anche per i piccoli del nido: “Lunedì faranno i giochi estivi, martedì e mercoledì parteciperanno al laboratorio creativo a tema estate e viaggio in Sicilia – aggiunge Portoghese -. Il giovedì, invece, al laboratorio Montessori sull’esperienza sensoriale. Il venerdì, giochi sempre diversi.

Ma la novità sarà nella possibilità di seguire anche un corso mamma-bimbo in piscina, all’Altair Club di via Riso 19 per compiere un’esperienza unica”.

I costi e gli orari sono personalizzabili in funzione delle proprie esigenze. Il servizio è attivo a giugno dalle ore 8 alle 20 e a luglio, dalle ore 8 alle ore 18. Ad agosto l’apertura è su richiesta.

Per informazioni e iscrizione è possibile contattare La Triscele al 349 6842924 o allo 095 553842.

Sport al grest del Cus dai 5 ai 14 anni

Da 23 anni il Cus Catania organizza il centro estivo per i bimbi che, nel 2022, si rinnova. Sarà attivo dal 13 giugno al 29 luglio, dalle ore 8 alle ore 14, dal lunedì al venerdì.

Saranno accolti, presso la Cittadella Universitaria di via Santa Sofia di Catania, i bambini nati dal 2008 al 2017, ovvero dai 5 ai 14 anni.

Tantissime le attività sportive previste: atletica, arrampicata sportiva, beach volley, bocce, calcio, danze sportive, ginnastica ritmica, hockey, mini pallanuoto, nuoto, orienteering, pallacanestro, pallamano, pallavolo, rugby, scacchi, scherma, spikeball, tennis, tennis da tavolo, volley S3.

Il costo è variabile:

  • 300 euro per chi non è iscritto al Cus e ha un solo figlio
  • 270 euro per i figli del personale e per gli iscritti al Cus
  • 250 euro per chi intende iscrivere due o più figli

E’ possibile anche iscriversi per una o due settimane: nel primo caso il costo è di 60 euro, nel secondo di 100 euro.

Il Cus è un’ottima alternativa anche per quei genitori che non trovano il tempo di fare sport e che, così, possono conciliare le esigenze di tutta la famiglia.

Favolandia: educazione emotiva e naturalistica dai 3 ai 12 anni

Pure il famoso centro dedicato esclusivamente all’infanzia “Favolandia” è arrivato il 23esimo grest estivo!

“Il nostro programma è interamente basato sull’educazione emotiva e naturalistica – spiega Cristina Pulichino, direttrice e responsabile della sicurezza -. Abbiamo spazi interni ed esterni, così come la piscina. Sono previsti corsi di musica, teatro, bolle di sapone, sartoria, giornalismo e tanto altro”.

La giornata tipo al grest di Favolandia?

Ore 8, accoglienza e triage (con rilevazione della temperatura e igienizzazione mani); ore 8:30-10 attività ludiche di gruppo e giochi di squadra; tra le 10-11:30 piscina e merenda; nella fascia oraria 11-12 attività ecologiche e naturalistiche, laboratori creativi, teatrali, musicali, cerchi di condivisione, talent show, giornalino di Favolandia, educazione emozionale, laboratori di poesia e arte e molto altro; alle ore 12 il pranzo.

Il centro estivo avrà inizio il 13 giugno 2022 e si terrà tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 14, fino al 12 agosto 2022.

Durante questo periodo saranno proposte anche gite e ulteriori attività extra (eventi e corsi).

Il costo mensile è di € 200, la tassa di iscrizione e assicurazione è di € 10. I genitori che iscriveranno più figli potranno ottenere uno sconto del 10%.
Purtroppo, per la fascia d’età 3-5 anni, i posti sono già esauriti.

“Favolandia – La Scuola della Gioia” si trova in piazza Cavour 23 e può essere contatta allo 095 446000.

Grest e minigrest Maria Ausiliatrice: dai 3 anni in su

L’istituto “Maria Ausiliatrice” – in via Caronda 224 – offre servizi per l’infanzia (e non solo) dal lontano 1881.

Al suo interno ampi spazi (al chiuso e all’aperto) e tante attività: scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, oratorio, sport, cafè letterario, corsi di lingua inglese e di informatica (con possibilità di certificazione ECDL) e tanto altro.

Anche per il 2022 l’istituto propone il centro estivo per i bimbi.
I più grandi – frequentanti la scuola primaria e le scuole medie – saranno accolti al grest tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 13. Dal 22 giugno al 22 luglio.

Potranno scegliere tra tante attività diverse: calcio, basket, pallavolo, danza, pattinaggio, teatro, art attack.

I più piccoli – dai 3 ai 5 anni – saranno accolti al minigrest dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 12:30. Dal 27 giugno al 22 luglio.
Per loro ci saranno attività ludiche, espressive e manipolative.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’istituto allo 095 431357 e allo 095 434590.

Grest bambini estate 2022 a Catania: guida alla scelta

Abbiamo chiaramente citato soltanto alcune delle tante opzioni possibili a Catania. Cinque alternative molto diverse con servizi di qualità alta, per rispondere a tutte le esigenze.

Ma come orientarsi nella scelta?

Prima di tutto occorre considerare l’età del proprio bambino e la durata dei servizi: tutti i grest sono attivi dal lunedì al venerdì (dunque non nel weekend) ma non tutti offrono il tempo prolungato.

Chi dunque ha necessità di lavorare oltre gli orari indicati, dovrà trovare un’altra soluzione.
Inoltre, non tutti i grest durano la stessa quantità di settimane. Tutti, in ogni caso, si interrompono entro la prima metà di agosto.

Dopodiché bisogna tenere a mente le distanze. Negli orari in cui il traffico urbano è più consistente, raggiungere un luogo distante della città – soprattutto se si sceglie l’orario ridotto – significa trascorrere gran parte della durata del servizio in auto.

Infine la scelta deve essere orientata al rispetto delle inclinazioni del proprio figlio. Fermo restando che tutti i centri estivi sono organizzati nel pieno rispetto dei bambini, ognuno di loro è un individuo unico.

Chiedere per esempio di trascorrere al mare 10 ore al giorno – 5 giorni su 7 – a un bambino che soffre molto il caldo e che non ama bagnarsi, significa forzare la mano. E rischiare di vederlo spesso nervoso.

Iscrizione: quali documenti occorrono

Per l’iscrizione tutti i grest chiedono ai genitori la presa visione delle normative anti-Covid. Attenzione dunque a monitorare la temperatura corporea dei bimbi al mattino.

Inoltre, sono richiesti i dati personali del genitore e del figlio. Necessario pure il certificato medico attestante la possibilità di svolgere attività fisica non agonistica.

I più scrupolosi, come il Cus, chiedono anche l’esecuzione di un elettrocardiogramma che – in ogni caso – è consigliabile per evitare brutte sorprese, viste le attività sportive e il caldo estivo.

Attenzione: il numero dei partecipanti ai grest estivi è ridotto nel rispetto della normativa vigente. Le iscrizioni sono già aperte e occorre affrettarsi per non perdere l’opportunità.

Cosa serve per frequentare un centro estivo

Per far frequentare un grest estivo al proprio bambino, bisogna munirsi di quanto necessario:

  • diversi cambi comodi e leggeri (oltre ai vestiti indossati, ogni giorno si devono mettere in borsa altri 2 cambi completi)
  • costumi (quello indossato e quelli di ricambio)
  • scarpe impermeabili antiscivolo
  • cuffia per la piscina
  • tovaglie da mare compatte
  • protezione solare totale
  • crema doposole
  • cappellino e occhiali da sole
  • borraccia riutilizzabile in alluminio, per evitare le microparticelle di plastica possano disperdersi nell’acqua a causa del caldo
  • porta merenda, perché a prescindere che si scelga di portare il pranzo da casa o meno, lo spuntino verrebbe schiacciato
  • borsa frigo per tenere al fresco bevande e vivande
  • materiale richiesto per la partecipazione ai laboratori e/o alle attività sportive
  • mascherine e gel disinfettante

Altre soluzioni per lavorare con i bambini

Lavorare con i più piccoli è sempre più difficile. E, come si può facilmente notare, i ritmi della scuola pubblica e le attività organizzate non sono cambiate per favorire l’inclusione femminile.

Le iniziative dei privati intervengono per sopperire alla mancanza e sanno farlo anche bene. Ma non tutte le famiglie possono permettersi questi costi e, soprattutto, i grest estivi non coprono né l’intera chiusura scolastica estiva, né i turni di un lavoro full time.

Ecco allora che ci si arrangia come si può.

Coloro che hanno il vantaggio di poter lavorare in smart working, possono portare con sé i propri bambini in uno stabilimento balneare e usufruire della rete Wi-Fi.
Tra i lidi che a Catania organizzano il mini club: il Niki Village, il Lido America, il Lido Internazionale, il Lido Azzurro alla Playa di Catania. Oppure il lido La Risacca ad Aci Castello.

Si può fare lo stesso anche nelle fattorie didattiche: sempre alla Playa di Catania, c’è la “Gallina Felice”, al viale Kennedy 93.

Oppure un’idea potrebbe essere quella del mutuo-aiuto. Trovare altri genitori che vivono le stesse difficoltà non è poi così difficile. E frequentare, anche nel resto dell’anno, ludoteche e altre attività per bimbi può rendere più semplice l’impresa.

E’ possibile alternarsi e fare in modo che i bambini rimangano impegnati a giocare insieme. Oppure chiamare una baby-sitter e ammortizzare così i costi.

Le difficoltà vissute tipicamente dalle madri in estate possono offrire un ulteriore spunto per migliorare la propria qualità della vita. Per aprire le porte all’opportunità della libera professione, di un’attività interamente online o comunque compatibile con la presenza dei più piccoli.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684