Il Cefpas e le iniziative per rilanciarlo tra le questioni sul tavolo di Gambino - QdS

Il Cefpas e le iniziative per rilanciarlo tra le questioni sul tavolo di Gambino

Nicola Digiugno

Il Cefpas e le iniziative per rilanciarlo tra le questioni sul tavolo di Gambino

martedì 11 Giugno 2019 - 00:05
Il Cefpas e le iniziative per rilanciarlo tra le questioni sul tavolo di Gambino

Si intende sfruttare la centralità geografica per favorire nuovi percorsi di sviluppo socio-economico. Il futuro del Centro tra le prime questioni affrontate dal nuovo sindaco del capoluogo

CALTANISSETTA – “Ho incontrato i vertici del Cefpas (https://www.cefpas.it/) per sottolineare l’importanza del Centro di formazione professionale per il sistema sanitario siciliano. Serve un progetto chiaro per il rilancio e mi impegnerò affinché Caltanissetta possa essere punto di riferimento per la formazione medica e paramedica”. Così il sindaco Roberto Gambino ha voluto porre al centro dell’attenzione la struttura per la formazione permanente e l’aggiornamento del personale sanitario.

L’obiettivo è andare oltre l’analisi delle potenzialità del capoluogo nisseno in un contesto di valorizzazione della centralità geografica. Un fattore da sfruttare a 360°, per consentire alla città d’intraprendere nuovi percorsi di sviluppo socio-economico.

Gambino ha così ricevuto a Palazzo del Carmine i rappresentanti dell’ente istituito dalla Regione siciliana nel 1993, che potrebbe inserirsi in un quadro più ampio d’interventi finalizzati anche al recupero delle aspettative di crescita di tutto l’entroterra isolano, da dove si continua a emigrare a ritmi considerevoli.

Il Cefpas, che sorge in prossimità dell’ospedale Sant’Elia, fin dal 1996 “ha contribuito al miglioramento della qualità della formazione e dell’aggiornamento professionale permanente degli operatori sociosanitari, della scuola e del mondo dell’istruzione e della formazione, in accordo alla sua mission di generare valore ed eccellenza della performance, sviluppare competenze professionali e relazionali distintive, affinare gli stili manageriali e direzionali, nell’ottica della valorizzazione dell’etica, dell’estetica, dell’efficacia e dell’efficienza organizzativa”.

“Ha realizzato – si legge ancora sul sito web del Centro (1) – più di 11.000 giornate di formazione, registrando più di 200.000 presenze e coinvolgendo gli operatori sanitari in attività plurimodulari, percorsi master in modalità residenziali, in house e blended”. Inoltre, “collabora con l’Istituto superiore di Sanità per la realizzazione di eventi destinati alla dirigenza del servizio sanitario” e “realizza azioni di sviluppo nel campo della ricerca e delle Scienze sanitarie”.

La sede nissena comprende complessivamente 14 padiglioni, con 26 mila metri quadrati di superficie coperta.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684