Imprese: in Sicilia la metà donne per Unicredit Start Lab - QdS

Imprese: in Sicilia la metà donne per Unicredit Start Lab

redazione

Imprese: in Sicilia la metà donne per Unicredit Start Lab

mercoledì 15 Maggio 2019 - 18:56
Imprese: in Sicilia la metà donne per Unicredit Start Lab

Boom di candidature di neo imprenditrici isolane. Dalla Sicilia sono pervenuti 24 business plan e quasi la metà sono al femminile. La Banca, "aiutare concretamente l'ecosistema dell'innovazione"

Continua anche nel 2019 la carica delle startup e PMI innovative iscritte a UniCredit Start Lab, il programma di accelerazione promosso da UniCredit, giunto alla sua sesta stagione.

Le 606 candidature, pervenute al termine di un road-show che ha toccato 14 tappe in tutta Italia, hanno infatti consentito di superare quota 4.700 business plan ricevuti da UniCredit a partire dal lancio dell’iniziativa nel febbraio 2014, frutto di una sempre più intensa collaborazione con oltre 160 stakeholder tra incubatori, acceleratori, università, associazioni di categoria e parchi scientifici.

Sono quest’anno 436 le imprese di nuova costituzione che, insieme ad altre 170 idee imprenditoriali innovative, accedono alla selezione finale dei migliori progetti nelle 4 categorie di scouting settoriale del programma: Clean Tech, Digital, Innovative Made in Italy e Life Science.

La Lombardia, con 139 candidature, si conferma anche quest’anno la regione più prolifica in termini di nuove idee imprenditoriali.
Dalla Sicilia sono pervenuti 24 business plan, di cui il 40% da idee imprenditoriali innovative e il 60% da imprese.

Quasi la metà delle candidature proviene da neo-imprenditrici.

“UniCredit – commenta Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia – è convinta che aiutare concretamente l’ecosistema dell’innovazione sia un pilastro fondamentale per lo sviluppo dei territori in cui la banca opera. L’obiettivo quello di è dare strumenti, metodo e competenze alle start up, perché a volte l’idea non basta, poi bisogna inserirsi sul mercato. Vogliamo anche agevolare contaminazioni, cioè incontri e rapporti tra le start up e le imprese corporate già strutturate”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684