In Liguria riaprono i centri diurni per disabili - QdS

In Liguria riaprono i centri diurni per disabili

redazione

In Liguria riaprono i centri diurni per disabili

giovedì 21 Maggio 2020 - 18:31

GENOVA (ITALPRESS) – Via libera da parte di Regione Liguria alla riapertura dei Centri diurni per le persone disabili, alla possibilita’ nell’ambito dei servizi sociosanitari e sociali di riprendere le attivita’ in piccoli gruppi e all’ingresso di genitori o tutori nelle strutture per i minori, sempre nel rispetto delle regole di comportamento e di profilassi anti contagio. E’ quanto prevede una specifica delibera di Alisa relativa “alla fase 2 dell’emergenza Covid nei servizi sociosanitari afferenti all’area territoriale delle aziende sociosanitarie liguri e nei servizi sociali”.
“Si tratta di una risposta concreta alle richieste di tante famiglie – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – che durante tutto il periodo del lockdown hanno dovuto affrontare maggiori difficolta’, di cui siamo consapevoli. La tutela della salute rimane la priorita’ ma oggi, a fronte di dati incoraggianti rispetto alla diminuzione dei contagi e delle persone ospedalizzate, possiamo riaprire progressivamente questi servizi fondamentali per tante persone fragili. Si tratta di una ripresa graduale in cui dovranno sempre essere rispettate le norme a tutela della salute, attraverso, ad esempio, la regolamentazione degli accessi, l’utilizzo dei dispositivi di protezione da parte degli operatori, l’installazione di barriere fisiche (tipo in plexiglas) nelle portinerie e nei punti di accoglienza, sanificazione degli ambienti”. “Contestualmente alla riapertura progressiva delle attivita’ in elezione della parte ospedaliera e ambulatoriale – aggiunge la vicepresidente e assessore alla Sanita’ Sonia Viale – era indispensabile prevedere anche la riapertura dei servizi territoriali rivolti alle persone fragili e alle loro famiglie. Saranno i direttori sanitari delle strutture a presentare alle Asl di competenza i progetti di riattivazione graduale delle attivita’, che dovranno sempre svolgersi nel rispetto delle misure di prevenzione anti Covid-19”.
(ITALPRESS).
mgg/com
21-Mag-20 18:22

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684