Incentivi auto moto 2022, sconti fino a 5 mila euro: quando e come ottenerli

Incentivi auto e moto 2022, sconti fino a 5 mila euro: quando e come richiederli

web-pv

Incentivi auto e moto 2022, sconti fino a 5 mila euro: quando e come richiederli

web-pv |
domenica 08 Maggio 2022 - 10:10

Gli incentivi sono rivolti alle persone fisiche che acquistano, anche in locazione finanziaria, e immatricolano in Italia

Gli incentivi auto e moto sono stati rinnovati anche per il 2022. L’ufficialità arriverà con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del nuovo decreto approvato in Consiglio dei Ministri e successivi decreti attuativi del Ministero dello Sviluppo Economico.

Incentivi auto e moto 2022, a chi spettano e per quali veicoli

Gli incentivi sono rivolti alle persone fisiche che acquistano, anche in locazione finanziaria, e immatricolano in Italia: veicoli di categoria M1 (progettati e costruiti per il trasporto di persone, aventi massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente), nuovi di fabbrica e omologati in una classe non inferiore a Euro 6, con emissioni comprese nella fascia da 0 a 20 grammi di Co2, in quella da 21 a 60 grammi e in quella da 61 a 135 grammi; veicoli di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e (ciclomotori a due, tre o quattro ruote), nuovi di fabbrica e omologati in una classe non inferiore a Euro 5 o elettrici; veicoli commerciali di categoria N1 e N2 (destinati al trasporto merci, di massa non superiore a 3,5 tonnellate o tra 3,5 e 12 tonnellate) nuovi di fabbrica e ad alimentazione esclusivamente elettrica.

Incentivi auto 2022, a quanto ammontano

Gli incentivi fino a 5 mila euro che riguardano le auto ammontano alle seguenti cifre. M1 tra 0 e 20 grammi di Co2 per chilometro con prezzo di listino pari o inferiore a 35 mila euro: contributo di 3 mila euro, più altri 2 mila se è contestualmente rottamato un veicolo omologato in una classe inferiore a euro 5. M1 tra 21 e 60 grammi di Co2 per chilometro con prezzo di listino pari o inferiore a 45 mila euro: contributo di 2 mila euro, più altri 2 mila se è contestualmente rottamato un veicolo omologato in una classe inferiore a euro 5. M1 tra 61 e 135 grammi di Co2 per chilometro con prezzo di listino pari o inferiore a 35 mila euro: contributo di 2 mila euro se è contestualmente rottamato un veicolo omologato in una classe inferiore a euro 5.

Incentivi moto 2022, a quanto ammontano

Gli incentivi fino a 4 mila euro che riguardano le moto e altri ciclomotori ammontano alle seguenti cifre. L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e: contributo del 40% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 2.500 euro, se il venditore pratica uno conto almeno pari al 5% e se è rottamato contestualmente un veicolo di categoria euro 0, 1, 2 o 3. L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e: contributo del 30% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 4 mila euro, se il venditore pratica uno conto almeno pari al 5% e se è rottamato contestualmente un veicolo di categoria euro 0, 1, 2 o 3 di cui si è proprietari o intestatari da almeno 12 mesi o di cui sia intestatario o proprietario un familiare convivente.

Incentivi 2022, veicoli commerciali

Gli incentivi fino a 14 mila euro che riguardano i veicoli commerciali elettrici ammontano alle seguenti cifre. N1 fino a 1,5 tonnellate: contributo di 4 mila euro con contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore a Euro 4. N1 superiori a 1,5 e fino a 3,5 tonnellate: contributo di 6 mila euro con contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore a Euro 4. N2 superiori a 3,5 e fino a 7 tonnellate: contributo di 12 mila euro con contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore a Euro 4. N2 superiori a 7 e fino a 12 tonnellate: contributo di 14 mila euro con contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore a Euro 4.

Incentivi auto e moto 2022, quando richiederli

Gli incentivi auto e moto del 2022 saranno disponibili molto presto, anche se non c’è ancora una data ufficiale. Bisognerà attendere la pubblicazione del provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale e l’aggiornamento della piattaforma di prenotazione online necessaria per accedere al contributo. Secondo voci di corridoio però la data designata potrebbe essere quella di lunedì 16 maggio.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684