Internazionalizzazione, imprese isolane in missione - QdS

Internazionalizzazione, imprese isolane in missione

Michele Giuliano

Internazionalizzazione, imprese isolane in missione

mercoledì 13 Novembre 2019 - 00:00
Internazionalizzazione, imprese isolane in missione

La Regione finanzia 20 imprese alla fiera di Barcellona in corso di svolgimento. I prossimi appuntamenti in calendario. Per l’azione 3.4.1 del Fesr 2014-20 disponibili 5 milioni per l’anno in corso e 1,5 milioni per il 2020

PALERMO – Sono in 20 le aziende presenti alla manifestazione Ibtm, la fiera di Barcellona tra il 9 e il 21 novembre. Il finanziamento rientra nell’Asse Prioritario 3 del Po Fesr Sicilia 2014-2020, ed in particolare nell’azione 3.4.1 dedicata ai “progetti di promozione dell’export destinati alle imprese e loro forme aggregate individuate su asse territoriale o settoriale”, con lo scopo di promuovere l’ampliamento ed il rafforzamento dei processi di internazionalizzazione del sistema produttivo regionale.

Per l’azione è stata prenotata la somma di 5 milioni di euro per l’anno 2019 e di un altro milione e mezzo per l’anno 2020. Soldi che aiuteranno a pubblicizzare a dovere i prodotti siciliani, perché un prodotto sul mercato praticamente non esiste se non è conosciuto da più persone possibili.

Pochi mesi fa era stata emessa la richiesta delle manifestazioni di interesse per la partecipazione alle manifestazioni di settembre, al Sana a Bologna, al White fiera del fashion a Milano e al World Food Moscow, nella capitale russa, e per le manifestazioni in programma fino a febbraio 2020: a novembre si svolgono tre manifestazioni, tra Shangai, Bolzano e Dubai. Dicembre sarà un altro mese ricco, con “Artigiano in fiera” a Milano, la fiera “Nautic” a Parigi e la “Sial Middel East” ad Abu Dhabi, sull’agroalimentare.

Sempre in campo nautico ci si sposterà a Dusseldolf a gennaio 2020, alla fiera denominata “Boot”, e in ultimo, a febbraio, si terrà a Norimberga la fiera “Biofach”, dell’agroalimentare biologico. Sono stati ammessi a presentare domanda di partecipazione le piccole e medie imprese, i consorzi e società consortili costituiti, anche in forma cooperativa, e le reti di imprese legalmente costituite.

Nel caso di consorzi, società consortili e reti di imprese legalmente costituite, tutti i requisiti di partecipazione richiesti sono da riferire alle singole imprese associate. È stata ammessa la domanda a più manifestazioni, ma sarà garantita la partecipazione ad un massimo di tre eventi, nel caso in cui il numero degli spazi espositivi risultassero inferiori rispetto alle domanda, in modo da garantire la più ampia partecipazione delle imprese regionali agli eventi in calendario. I soggetti beneficiari dell’intervento non potranno partecipare alla stessa manifestazione in forma singola e all’interno delle aggregazioni sopra identificate, né potranno partecipare in altri spazi detenuti in proprio o in associazione con altri soggetti, oltre a quelli assegnati dall’amministrazione, pena l’annullamento della domanda e l’esclusione per due anni dalle future manifestazioni.

L’intervento del Dipartimento delle Attività Produttive coprirà le spese relative all’affitto dell’area espositiva, all’allestimento e all’arredamento degli stand e all’iscrizione delle imprese selezionate nel catalogo della manifestazione. Eventuali rinunce devono pervenire entro e non oltre tre giorni dalla data di comunicazione di ammissione all’iniziativa da parte dell’Amministrazione. L’omessa comunicazione da parte del beneficiario, comporterà l’esclusione dello stesso dalle future attività di internazionalizzazione per il biennio successivo.

Durante la manifestazione il beneficiario avrà l’obbligo di assicurare la presenza del titolare o di un suo delegato in grado di condurre trattative commerciali per l’intera durata dell’evento, esporre prodotti esclusivamente di produzione dell’impresa, compilare e sottoscrivere la scheda di follow-up relativa alla partecipazione, rispettare l’assegnazione dello spazio espositivo attribuitogli e assicurare una collaborazione fattiva per la buona riuscita dell’iniziativa, attenersi scrupolosamente ai regolamenti dell’Ente organizzatore della manifestazione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684