La natura vista da vicino, tour tra le bellezze d’Italia - QdS

La natura vista da vicino, tour tra le bellezze d’Italia

redazione

La natura vista da vicino, tour tra le bellezze d’Italia

martedì 29 Settembre 2020 - 00:00
La natura vista da vicino, tour tra le bellezze d’Italia

Torna la Settimana del Pianeta Terra: più di 50 siti aprono le porte ai visitatori

Il tredicesimo appuntamento con la Pagina Bellezza del Qds è dedicato alla riscoperta delle meraviglie naturali della nostra Terra: un tour tra grotte, vulcani e miniere ancora capaci di stupirci.

Circa 300 milioni di anni fa, in quella che sarebbe diventata la Valsesia, l’eruzione di un supervulcano provocò una straordinaria esplosione. Un sito che oggi fa parte del Sesia Val Grande Unesco Global Geopark, e solo uno di quelli che, insieme con grotte, ghiacciai, siti preistorici e miniere, si potranno scoprire dal 4 all’11 ottobre grazie ai geoeventi organizzati in occasione della Settimana del Pianeta Terra. Appuntamenti pensati per osservare da vicino la natura, ma anche musei, osservatori astronomici, cantine sotterranee laghi, fiumi, colline.

Da Nord a Sud oltre 50 siti apriranno le loro porte e tanti i “geoeventi” organizzati: si potrà giocare a chi trova più fossili di insetti vissuti 11 milioni di anni fa sulla collina del San Bartolo, in provincia di Pesaro; svelare i misteri del neolitico a Masullas, in Sardegna; esplorare un giardino segreto, nascosto nel centro storico di Velletri, alla ricerca di funghi, radici e piccole creature quasi sconosciute, nel Lazio.

In programma appuntamenti, escursioni, convegni, passeggiate, porte aperte, laboratori, visite guidate, conferenze, workshop alla scoperta del nostro straordinario patrimonio geologico. Grazie ai geoeventi si potranno scoprire luoghi straordinari che spesso, senza saperlo, abbiamo a due passi da casa, come ad esempio: i balmetti di Borgofranco d’Ivrea, in Piemonte, particolari cantine addossate alla terra, laddove sono evidenti gli accumuli di frane di crollo causate dal modellamento glaciale; la pianura carsica intramontana meglio conosciuta come il Pian Grande di Castelluccio di Norcia, fotografatissimo nel periodo di fioritura dei campi di legumi.

O ancora andare alla ricerca dei cetacei in Umbria, dove il mare non c’è più; calarsi nel ventre della Terra al buio, armati di sole torce, per rivivere le sensazioni dei primi uomini che esplorarono le Grotte di Toirano 10mila anni fa; osservare lo spazio dalla Valle D’Aosta, per capire come l’esplorazione di Marte ci aiuti a comprendere anche la storia della Terra e della vita che vi è ospitata.

La Settimana del Pianeta Terra aderisce alla campagna #plasticfree e ha il patrocinio del ministero dell’Ambiente, Ispra; Consiglio Nazionale dei Geologi e dell’iniziativa La Bellezza in Costituzione. Per ulteriori informazioni e per l’elenco completo delle attività previste si può consultare il sito www.settimanaterra.org.

IL CALENDARIO SICILIANO

04/10/2020 – 11/10/2020, Floresta (ME)
Natura e biodiversità a Floresta

04/10/2020 – 11/10/2020, Messina
1^ Edizione di “Porte Aperte al Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani”

04/10/2020 – 11/10/2020, Pantelleria (TP)
Alle lave del Khaggiar

05/10/2020 – 09/10/2020, Messina
4^ Edizione di “Porte Aperte al C.E.R.I.S.I.”

05/10/2020 – 09/10/2020, Caltagirone (CT)
3^ Edizione Porte Aperte alla Stazione Consorziale Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia

08/10/2020, Sant’Agata di Militello (ME)
Presentazione dell’App CSMON-Life per la biodiversità a Floresta

08/10/2020, Messina
Karl Mayer-Eymar, Giuseppe Seguenza ed il Messiniano:
la scoperta e gli studi successivi

09/10/2020, Palermo
I vulcani del Canale di Sicilia e l’isola che se ne andò

10/10/2020, Petralia Sottana (PA)
Il Geosito di Sant’Otiero

10/10/2020, Mussomeli (CL)
Movimenti tettonici: scorrimenti e giaciture.
L’energia liberata dallo scontro fra i corpi

11/10/2020 , Floresta (ME)
Ritrovamenti paleontologici nell’altipiano di Floresta

GLI APPUNTAMENTI IN PILLOLE

FLORESTA 4-11/10
NATURA E BIODIVERSITÀ NELLA MOSTRA INSECTA JUNIOR

Una passione scientifica, quella per gli insetti, che il Giudice Vittorio Aliquò ha coltivato da decenni. Oggi, raccogliendo nel corso degli anni migliaia di esemplari, ha creato la “Mostra Insecta”. Si tratta di una delle più importanti mostre della Sicilia e del panorama nazionale dedicate agli insetti. La mostra, nella sua versione completa, contiene infatti più di 7000 esemplari collocati in bacheche correlate di spiegazioni illustrate.

Dove: Palazzo Landro Scalisi,
Via Vittorio Emanuele 93
Quando: 9.30-13.30/14.00-17.00
Ingresso libero – iscrizione obbligatoria

MESSINA 4-11/10
MUSICA E CULTURA POPOLARE AI PIEDI DEI PELORITANI

Il Museo “Cultura e Musica Popolare dei Peloritani”, attivo dal 1996, èun’esperienza unica per la conservazione e la fruizione di una porzione significativa del patrimonio di cultura di tradizione orale siciliana. Oltre a ricostruire la lunga e complessa vicenda organologica dello strumentario musicale popolare, il percorso espositivo evidenzia, i caratteri tipici di ogni strumento, le occasioni d’uso, le funzioni cerimoniali assolte, le modalità di costruzione e le tecniche di accordatura.

Dove: Via Basiliani, Villaggio Gesso
Quando: 9.00-13.00
Ingresso libero – iscrizione obbligatoria

PANTELLERIA 4-11/10
ALLE LAVE DEL KHAGGIAR

Il Parco Nazionale dell’Isola di Pantelleria organizza visite guidate a gruppi scolastici e singoli. Si potranno vedere proiezioni di filmati su geodiversità, biodiversità, architettura tradizionale e produzioni tipiche locali, mappe tematiche che illustrano le caratteristiche del Parco e una completa collezione delle rocce vulcaniche. C’è anche la possibilità di partecipare a geoescursioni nella macchia mediterranea che ricopre la colata del Khaggiar.

Dove: Centro Visite – Parco Nazionale Isola di Pantelleria e Museo geonaturalistico, Punta Spadillo
Quando: 10.00
Ingresso libero – iscrizione obbligatoria

MESSINA 5-9/10
PORTE APERTE AL C.E.R.I.S.I.

Salute e sviluppo della nostra Civiltà non possono prescindere dal benessere della Terra. Negli ultimi decenni l’uomo sta utilizzando le risorse del Pianeta ben oltre le capacità dello stesso di rigenerarle. Imperativo progettare nuovi sistemi per uno sviluppo industriale sostenibile e nuove metodologie di controllo dell’ambiente: di questo, e tanto altro, si occupa il Progetto C.E.R.I.S.I.,che aprirà le proprie porte in occasione della Settimana del pianeta Terra.

Dove: Polo Universitario di Papardo – Viale Ferdinando Stagno D’Alcontres
Quando: 9.00-12.30
Ingresso libero – iscrizione obbligatoria

CALTAGIRONE 5-9/10
AGRICOLTURA E INNOVAZIONE

La Stazione Consorziale Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia ha lo scopo di affrontare i problemi della tecnica agraria in clima caldo arido, per migliorare la produzione. Tali compiti istituzionali vengono espletati tramite la sperimentazione e la ricerca di base ed applicata, affrontando tutte le tematiche connesse alla interdisciplinarietà delle materie trattate. Compito della Stazione è, inoltre, la promozione delle attività connesse con l’incentivazione.

Dove: Via Sirio 1,
Frazione Santo Pietro
Quando: 9.00-13.00
Ingresso libero – iscrizione obbligatoria

S.AGATA MILITELLO 8/10
UN PROGETTO PER LA BIODIVERSITÀ

Csmon-Life (Citizen Science MONitoring) è il primo progetto italiano di citizen science sulla biodiversità, finanziato in Italia dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Life+. L’iniziativa prevede la partecipazione del grande pubblico e si propone di coinvolgere un’ampia utenza nello studio, gestione e conservazione della biodiversità, creando un’attiva collaborazione tra cittadini, comunità scientifica e istituzioni.

Dove: Sede del Parco Regionale dei Monti Nebrodi, Piazza Duomo 16
Quando: 16.00-18.00
Ingresso libero – iscrizione obbligatoria

MESSINA 8/10
GIUSEPPE SEGUENZA E KARL MAYER-EYMAR: DUE SCIENZIATI CHIAVE PER MESSINA

Una conferenza per celebrare le figure di due scienziati fondamentali per il messinese (e la sua toponomastica): Giuseppe Seguenza e Karl Mayer-Eymar. Un’occasione per portare all’attenzione dell’utenza l’importanza delle loro scoperte e lancerà l’iniziativa di intitolare una delle centinaia di vie di Messina senza nome allo scienziato svizzero Mayer-Eymar.

Dove: Città metropolitana di Messina Corso Cavour
Quando: 10.00
Ingresso libero
iscrizione non obbligatoria

PALERMO 9/10
I VULCANI DEL CANALE DI SICILIA

Un convegno per mettere in luce sia gli aspetti scientifici dell’attività vulcanica nel Canale di Sicilia, che saranno delineati dal Silvio Rotolo dell’Università di Palermo, che quelli socio-politici legati all’emersione dell’Isola. Quest’ultimi saranno discussi dal Filippo D’Arpa, giornalista e scrittore che ha raccolto con grande cura le testimonianze storiche dell’evento Ferdinandea nel libro “l’Isola che se ne andò”.

Dove: Museo Geologico Gemmellaro, Corso Tukory 131
Quando: 17.00
Ingresso libero- iscrizione obbligatoria

PETRALIA SOTTANA 10/10
IL GEOSITO DI SANT’OTIERO

Apre le porte ai visitatori il Geosito di Sant’Otiero formalizzato dall’Arta Sicilia, inserito nel Sentiero Geologico n. 2 “Le Pietre e L’Acqua”, visionabile con tecnologia 3d presso il museo civico di Petralia Sottana. Per partecipare all’iniziativa è consigliato un abbigliamento da trekking. Tra gli organizzatori dell’iniziativa: Comune di Petralia Sottana, Ente Parco delle Madonie, Museo civico A, Collisani, Associazione haliotis, Ordine Regionale geologi di Sicilia.

Dove: Museo Civico di Petralia Sottana, Corso Paolo Agliata 100
Quando: 9.30/17.30
Ingresso libero- iscrizione obbligatoria

MUSSOMELI 10/10
I MOVIMENTI TETTONICI

Una giornata di studio sulla natura dei movimenti e le dislocazioni che determinano la configurazione finale della materia. Il tema sarà affrontato con approccio multidisciplinare: i geologi affronteranno la tettonica come scienza che indaga struttura, deformazioni e dislocazioni della crosta terrestre; gli architetti ricercheranno le ragioni dell’organizzazioni delle parti di una struttura e la definizione, attraverso gli strumenti dell’architettura, dell’idea di costruzione.

Dove: Castello Manfredonico
Quando: 8.00
Ingresso libero –
iscrizione non obbligatoria

FLORESTA 11/10
ALLA SCOPERTA DELL’ALTOPIANO DI FLORESTA

L’altipiano di Floresta, sui Monti Nebrodi è formato da una serie di terreni cristallini e sedimentari che costituiscono l’ossatura centrale della catena montuosa. Qui si effettuerà una escursione naturalistica che darà la possibilità di ammirare le bellezze paesaggistiche e di osservarne la geodiversità. Da questo luogo infatti si potrà spaziare, sull’orizzonte, dal versante catanese con il vulcano Etna al versante tirrenico con le isole Eolie. Lungo il cammino si potranno vedere degli affioramenti caratteristici, rocce argillose, in cui sono stati trovati, in alcuni livelli, resti fossili del Cretaceo superiore (94 Ma)

Dove: Raduno c/o Palazzo Landro Scalisi, Via Vittorio Emanuele 93
Quando: 9.30-13.30/ 15.00-16.00
Ingresso libero – iscrizione obbligatoria

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684