La vendetta cinese affonda i mercati - QdS

La vendetta cinese affonda i mercati

redazione

La vendetta cinese affonda i mercati

mercoledì 15 Maggio 2019 - 00:00

La vendetta della Cina contro i dazi di Trump manda a picco oltre a Wall Street anche le borse merci con le quotazioni di tutti i principali prodotti agricoli

ROMA – La vendetta della Cina contro i dazi di Trump manda a picco oltre a Wall Street anche le borse merci con le quotazioni di tutti i principali prodotti agricoli in caduta libera, dalla soia al mais, dal grano alla carne. è l’allarme lanciato dalla Coldiretti sull’andamento dei mercati future al Chicago Board of Trade, punto di riferimento mondiale per il commercio agricolo, dopo l’annuncio di di nuovi dazi cinesi su 60 miliardi di beni americani, tra i quali molti prodotti dell’agricoltura Usa.

Il nuovo round negoziale con la Cina sta costando caro agli agricoltori americani con le esportazioni di soia in Cina che – sottolinea la Coldiretti – sono scese a un minimo di 16 anni nel 2018, mentre i prezzi futures al Chicago Board of Trade hanno raggiunto i minimi degli ultimi 11 anni.
Una guerra planetaria che -continua la Coldiretti – rischia di sconvolgere gli equilibri commerciali internazionali e va quindi attentamente monitorata da parte dell’Unione Europea per verificare l’opportunità di attivare, nel caso di necessità, misure di intervento straordinarie anche a livello comunitario.

Lo stesso presidente Donald Trump – continua la Coldiretti – ha chiesto al segretario all’Agricoltura degli Stati Uniti, Sonny Perdue, di creare un piano per aiutare gli agricoltori americani a far fronte al pesante impatto della guerra commerciale Usa-Cina. Per gli Usa – sottolinea la Coldiretti – si annuncia un nuovo programma di aiuti agli agricoltori, dopo il piano del Dipartimento dell’Agricoltura da 12 miliardi di dollari voluto da Trump per compensare i prezzi più bassi dei prodotti agricoli. Due – conclude la Coldiretti – sono le possibili azioni che Trump potrebbe realizzare per gli aiuti: il programma Food for Peace, che fornisce anche assistenza alimentare negli Stati Uniti o l’invio all’estero di prodotti agricoli acquistati dal governo con il programma di aiuti alimentari Food for Progress con il rischio di effetti distorsivi sul commercio internazionale.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684