L'Hombre del Partido - QdS

L’Hombre del Partido

web-la

L’Hombre del Partido

web-la |
venerdì 16 Luglio 2021 - 17:08

Luca Sammartino, uno dei big emerso ormai da tempo sulla scena siciliana, mister 30.000 preferenze, la Next Generation non solo catanese, entra nella Lega

La voce era sussurrata da tempo nelle ombrose stanze della politica siciliana. Oggi chi sa per quale mano, è per quale scopo, è apparsa sul web.

Luca Sammartino, uno dei big emerso ormai da tempo sulla scena siciliana, mister 30.000 preferenze, la Next Generation non solo catanese, entra nella Lega.

Finora la Lega siciliana si era tenuta alla larga dai grandi organizzatori del consenso, forse anche per una sorta di paura di crescita, tranne che per l’accordo con il “Dottore” di Grammichele, il sempiterno Raffaele Lombardo. Non escludiamo che, in questo contesto, l’ex presidente sia esente da una moral suasion. La notizia ha una certa fondatezza ma non ancora certezza. Se fosse vera cambierebbe il quadro strategico dell’isola, non tanto per Sammartino in se, ma per il segnale di tendenza che ciò rappresenta.

Di fatto sono le prove tecniche di trasmissione del Partito Unico, quello che Berlusconi chiama Cdu, un partito che riunisce moderati, compresa prossimamente Italia Viva, e Lega. Ognuno degli attori ad oggi lo chiama in un modo diverso, chi partito, chi federazione. La verità è che dopo l’ascesa al trono di Mario Draghi una parte del l’Europa, quella popolare, ha bisogno di mettere una gamba forte sotto il tavolo continentale. Non ha bisogno di un partito populista, ma di un forte partito popolare in Italia. La fragilità di Macron è la transizione della Cdu tedesca del dopo Merkel, deve essere compensata in Italia da un partito popolare, da cui la Lega, e da moderati e liberali, da riunire in un unico soggetto. I veri giochi si faranno dopo l’elezione dell’arbitro del campionato della politica. La partita per l’elezione del Presidente della Repubblica è partita, e i due Matteo sono in campo, e sembrano sodali. Da qui lo spauracchio per parte del campo avverso che ha subito reagito a mezzo avviso di garanzia causa documentario. Se per queste cose Blair o Clinton fossero inseguiti in quegli Stati si farebbero grasse risate.

Se la partita al Quirinale sarà a Febbraio, qui sul territorio i generali del campo si posizionano per occuparlo.

Questa mossa se confermata cambia le mura di una rotta che punta alla presidenza della Regione e alle altre mosse sulle città metropolitane. Il giovane Luca, da ormai vecchio democristiano lo sa, e vuole fare l’uomo del match come Pablito. L’hombre del Partido.

Unico.

GIOVANNI PIZZO

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x