L'impegno di Eni per un Pianeta sostenibile passa dalla Sicilia

L’impegno per un Pianeta sostenibile passa dalla Sicilia

redazione

L’impegno per un Pianeta sostenibile passa dalla Sicilia

sabato 30 Aprile 2022 - 09:00

Eni è una società integrata dell’energia sempre in prima linea nel dare un contributo per la salvaguardia dell’ambiente

Eni è una società integrata dell’energia sempre in prima linea nel dare un contributo per la salvaguardia dell’ambiente, attraverso innumerevoli progetti focalizzati sulla riduzione delle emissioni nette di gas serra. Con un unico obiettivo: la totale decarbonizzazione di prodotti e processi entro il 2050.

Nella strategia dell’azienda del Cane a sei zampe, rientra anche la Sicilia. A Gela, nel 2019, Eni ha inaugurato la Bioraffineria, uno dei più innovativi impianti d’Europa per la trasformazione degli oli vegetali usati e quelli di frittura (provenienti per esempio dalla ristorazione), ma anche grassi animali e alghe, in biocarburanti di alta qualità.

Essa ha una capacità di lavorazione fino a 750.000 tonnellate annue. Grazie all’impianto per il trattamento di biomasse BTU, Eni afferma che si potrà arrivare al 100% di utilizzo di materie prime di scarto convertite in biocarburanti, realizzando così una filiera industriale “circolare” capace di produrre biodiesel, biogpl e bio-jet, tutto a chilometro zero.

“La Bioraffineria di Gela, inoltre, potrà anche essere alimentata dall’olio di ricino – si legge sul sito ufficiale di Eni -, grazie al progetto sperimentale di coltura di piante di ricino su terreni semidesertici in Tunisia, sostituendo così completamente l’olio di palma che dal 2023 non sarà più impiegato nei processi produttivi di Eni”.

L’impianto permette di abbattere oltre il 70% delle emissioni di diverse sostanze inquinanti (SO2, NOX, CO, polveri) rispetto al ciclo tradizionale. Inoltre Eni è impegnata anche per dismettere i vecchi impianti del petrolchimico, così da rendere sempre più gradevole lo skyline dell’area industriale gelese.

L’Eni insomma è in campo, anche nella nostra Isola, per dare piena e concreta attuazione ai 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenza 2030.

Andrea D’Ignoti
3a LG Liceo
Lombardo Radice di Catania

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684