L’imprenditoria locale lancia un appello rivolto all’Amministrazione di Centuripe - QdS

L’imprenditoria locale lancia un appello rivolto all’Amministrazione di Centuripe

Elisa Saccullo

L’imprenditoria locale lancia un appello rivolto all’Amministrazione di Centuripe

sabato 22 Giugno 2019 - 00:00

Evidenziate le gravi condizioni economiche in cui versa il territorio, da tempo in attesa di un rilancio. Lettera al sindaco per chiedere una “pace fiscale” con cittadini, commercianti e artigiani

CENTURIPE (EN) – Una “pace fiscale” con i cittadini, i commercianti e gli artigiani: questo ha chiesto il presidente della Confartigianato locale, Antonio Castiglione, il quale ha inviato una missiva al sindaco Elio Galvagno e al Settore finanziario del Comune per sollecitare l’adozione di un apposito regolamento.

“La crisi economica è sempre crescente – ha scritto Castiglione nel documento – e notevoli sono le difficoltà che vivono le famiglie centuripine, commercianti, artigiani e piccole imprese nell’adempiere ai propri doveri tributari. Al riguardo, lo Stato ha ritenuto utile invitare anche gli Enti locali a realizzare la definizione agevolata delle entrate locali col Decreto legge del 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti per la crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. Il provvedimento è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 100 del 30 aprile del 2019, ed è vigente e operativo a partire dal primo maggio del 2019”.

“L’articolo 15 del decreto – ha aggiunto – stabilisce che le Autonomie locali e quindi anche i Comuni possano attivare la definizione agevolata delle rispettive entrate non riscosse, che vanno dal primo gennaio del 2000 al 31 dicembre dell’anno 2017, stabilendo l’esclusione delle sanzioni, pur facendo pagare gli interessi moratori nella misura prevista dalla legge”.

Castiglione, quindi, ha chiesto al Comune di Centuripe di approntare un regolamento in cui stabilire: il numero delle rate e la relativa scadenza; le modalità con cui il debitore manifesta la sua volontà di avvalersi della definizione agevolata; i termini per la presentazione dell’istanza in cui il debitore indica il numero di rate da pagare, nonché la pendenza di giudizi aventi a oggetto i debiti cui si riferisce l’istanza stessa, assumendo l’impegno a rinunciare agli stessi giudizi; il termine entro il quale l’Ente territoriale o il concessionario della riscossione trasmette ai debitori la comunicazione nella quale sono indicati l’ammontare complessivo delle somme dovute per la definizione agevolata, quello delle singole rate e la scadenza delle stesse.

“La pace fiscale con i cittadini e gli operatori economici locali – ha concluso Castiglione – riguarda le ingiunzioni di pagamento e cartelle esattoriale relative a Imu, Tasi e Tari, ma anche multe e altro. Il Comune di Centuripe dovrà emanare una delibera in Consiglio e un regolamento per stabilire la tipologia di entrate e il periodo della rottamazione. Si può aderire alla definizione agevolata entro 60 giorni di tempo, e comunque non oltre il primo luglio del 2019”.

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001