Lipari, la Regione acquista l'ex cava pomice: al via il recupero ambientale, poi museo e parco - QdS

Lipari, la Regione acquista l’ex cava pomice: al via il recupero ambientale, poi museo e parco

web-mp

Lipari, la Regione acquista l’ex cava pomice: al via il recupero ambientale, poi museo e parco

web-mp |
giovedì 14 Aprile 2022 - 21:33

Musumeci: "Il prossimo passo sarà l'atto notarile e poi via all'affidamento dei progetti: quello contro il dissesto dell'area e quello dello spazio museale"

Via libera del governo Musumeci alla proposta d’acquisto dell’ex cava di Pomice, il complesso immobiliare dell’ex sito di Lipari.

Lo ha deliberato la giunta regionale, su proposta dello stesso presidente della Regione.

Dopo avervi posto il vincolo e avviato un difficile confronto con il commissario liquidatore, quello di oggi è il passo necessario per rendere concreta l’azione di recupero e riqualificazione del sito minerario e restituire l’area alla fruizione della comunità isolana e dei turisti, dice la Regione.

Ex cava a Lipari, al via il recupero ambientale e i progetti

È stata trovata la copertura finanziaria necessaria, pari a 4,5 milioni di euro, come stimato dai dipartimenti regionali dell’Energia, Tecnico e dei Beni culturali, che consentirà di avviare il piano di sviluppo per il recupero ambientale delle aree e la valorizzazione dell’ex complesso produttivo, prevedendo anche la realizzazione del Museo della pomice e del Parco geominerario.

“Il governo regionale – afferma Musumeci – conferma il proprio impegno perché l’antico patrimonio storico dell’estrazione della pomice e dell’ossidiana sull’isola, di rilevante valore, non si disperda, ma anzi venga adeguatamente tutelato e valorizzato. Il prossimo passo sarà l’atto notarile e poi via all’affidamento dei progetti: quello contro il dissesto dell’area e quello dello spazio museale. Si tratta di una delle più importanti operazioni di recupero ambientale e di archeologia industriale”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684