Mazara, percettori di Rdc impegnati nell'ambiente - QdS

Mazara, percettori di Rdc impegnati nell’ambiente

redazione

Mazara, percettori di Rdc impegnati nell’ambiente

giovedì 30 Luglio 2020 - 00:00
Mazara, percettori di Rdc impegnati nell’ambiente

L’assessore Billardello: “Previsti interventi di pulizia dei litorali ma anche dei beni comunali”. Progetti di Utilità Collettiva “Puc”: avviata la formazione per i 166 soggetti coinvolti

MAZARA DEL VALLO (TP) – Il Distretto socio sanitario n. 53, di cui Mazara del Vallo è capofila, sarà uno dei primi in Sicilia ad avviare i progetti di utilità collettiva “Puc” che vedranno impegnati percettori di reddito di cittadinanza.

Sono 116 i percettori di reddito di cittadinanza mazaresi che saranno coinvolti nei progetti: la metà, già individuata dal Comune, ha avviato ieri mattina le attività formative di sicurezza sul lavoro e sarà operativa nei prossimi giorni (presumibilmente la prima settimana di agosto dopo l’emissione da parte dell’Inail delle relative assicurazioni).

L’altra metà dovrà essere individuata dall’Ufficio di Collocamento.
Nel rispetto delle normative anti Covid, ieri mattina i primi 58 soggetti che saranno coinvolti nei progetti di utilità collettiva hanno effettuato attività formative di sicurezza sul lavoro in due distinte classi entrambe coordinate dalla società Sic di Mazara del Vallo: con l’ing. Giacomo D’Annibale nell’auditorium Caruso e con l’ing. Dario Bonafede nella sala formativa “Filippo Basile” del Palazzo della Legalità.

Soddisfazione viene espressa dal vice sindaco e assessore alle Politiche Sociali Vito Billardello.
“Oltre all’avvio della formazione e delle visite mediche dei soggetti coinvolti – dice Billardello – abbiamo già attivato le procedure per l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale e delle attrezzature da lavoro. I percettori di reddito di cittadinanza saranno impegnati per 15 ore settimanali in attività di pulizia e decoro sia nei litorali che in siti ambientali che all’interno di beni comunali. Non percepiranno ulteriori compensi in quanto già percettori di reddito di cittadinanza mentre tutte le spese per assicurazioni, formazione ed acquisto di attrezzature e dispositivi saranno finanziate con risorse ministeriali”.

“Utilizzare i percettori di reddito di cittadinanza in attività di pubblica utilità – conclude Billardello – è un bel segnale che si dà alla cittadinanza nell’ambito delle attività che la nostra amministrazione esplica all’interno del Distretto sanitario, coordinato dalla dirigente Gabriella Marascia”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684