Parcheggi a Messina tra cantieri, disagi e fiumi di polemiche - QdS

Parcheggi a Messina tra cantieri, disagi e fiumi di polemiche

Lina Bruno

Parcheggi a Messina tra cantieri, disagi e fiumi di polemiche

mercoledì 15 Marzo 2023

Il Piano predisposto dal Comune è stato consegnato alle Municipalità nel 2019, ma soltanto adesso si stanno levando le proteste dai quartieri. Oggi un Consiglio comunale straordinario

MESSINA – Approvato dalla Commissione e poi dal Consiglio comunale nel 2019, non contrastato dalle Municipalità, adesso il Piano parcheggi è al centro di aspre contestazioni. Critiche un po’ tardive se pensiamo che tutti i cantieri sono partiti e per alcuni i lavori si sono completati.

Tanti i disagi alla viabilità evidenziati da cittadini e commercianti, tante le contraddizioni sottolineate sulla scelta della tipologia e localizzazione di questi parcheggi d’interscambio che in più casi – viene detto – sono soltanto d’arrivo perché non prevedono bus navetta. Se ne parlerà stasera in Consiglio comunale nel sorso di una seduta straordinaria.

L’Amministrazione comunale non arretra sulla sua scelta volta a un utilizzo sempre più limitato dell’auto e alla presenza di maggiori aree da dedicare alla pedonalizzazione e alla mobilità sostenibile. Allo stesso tempo però il sindaco Federico Basile e il suo vice Salvatore Mondello, lo diranno stasera, stanno cercando di adottare provvedimenti per venire incontro ai cittadini, spiegando che la strategia adottata, a lungo termine, è quella più efficace, coerente con il Pgtu e Pums, strumenti fondamentali di pianificazione che cambieranno il volto della città.

Per alleviare i disagi è stato deciso tra l’altro di rendere temporaneamente gratuito il parcheggio d’interscambio Zaera Sud, quello cioè interrato di Villa Dante, e il parcheggio San Cosimo, ormai completato e quindi di prossima apertura. Non è specificato nella delibera per quanto tempo si prolungherà la gratuità che dovrebbe incentivare soprattutto l’uso dello Zaera Sud, realizzato nel 2016, costo sei milioni di euro per 216 posti auto ma costantemente vuoto.

“Una cosa semplice si doveva fare – sostiene Alessandro Geraci vice presidente della III Municipalità – ovvero attivare un bus navetta dal parcheggio Zaera Sud per servire Cimitero e mercato Vascone. È un parcheggio interrato come tutti quelli che intelligentemente si stanno realizzando a Palermo e invece di incentivarne l’uso se ne sta realizzando un altro a raso sopra, nella via Catania, un’arteria strategica la cui parziale chiusura sta creando nella zona il caos”.

Il programma straordinario per la realizzazione di nuovi parcheggi di interscambio era stato trasmesso a tutte le sei Municipalità ad aprile 2019 quando era sindaco Cateno De Luca. Nella III Municipalità ci saranno sette dei quattordici parcheggi previsti. Perché allora tutti i rilievi non sono emersi quattro anni fa, quando si potevano fare ancora modifiche? “Il Consiglio della III circoscrizione – spiega Geraci – diede parere contrario con due voti sfavorevoli tra cui il mio e due astenuti. Il parere delle Circoscrizioni non era comunque vincolante: abbiamo fatto presenti le criticità ma era il Consiglio comunale che doveva intervenire con degli emendamenti di aggiustamento. Ma non è stato fatto, malgrado, almeno sulla carta, De Luca non avesse in Aula una maggioranza su cui contare”.

Tra i consiglieri che hanno chiesto adesso il Consiglio straordinario ci sono anche coloro che nel 2019 votarono a favore senza soffermarsi troppo sui dettagli progettuali. Contro il parcheggio Palmara ci sono i residenti della zona, che hanno avviato una raccolta firme. “Era un parcheggio usato solo dagli abitanti – evidenzia Geraci – e adesso dovrebbero pagare per usarlo e se gli viene concesso l’uso gratuito mi chiedo quale sia stata allora l’utilità nel realizzarlo”.

Altre criticità evidenziate sono quelle che creerebbero i parcheggi di viale Europa con la chiusura di alcuni varchi e conseguente interferenza con gli accessi al Pronto soccorso dell’ospedale Piemonte. Nella zona Nord il parcheggio di via Stagno D’Alcontres ha come effetto il restringimento della carreggiata, osserva Massimo Costanzo, consigliere della VI Municipalità, e questo rischia di creare problemi in un’arteria molto trafficata che collega Ospedale, Polo universitario, Centro commerciale, scuole e asili.

“Il vecchio consiglio della VI Municipalità – conclude Costanzo – ha espresso parere favorevole. Ora che si ha un’idea concreta della realizzazione e ritengo quanto mai opportuno procedere a un riesame e un aggiornamento dei dati dei flussi veicolari sul reale impatto che i parcheggi potrebbero avere in termini di sicurezza”.

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001