Mutui, i dubbi di Confesercenti, confronto con banche e Irfis - QdS

Mutui, i dubbi di Confesercenti, confronto con banche e Irfis

redazione web

Mutui, i dubbi di Confesercenti, confronto con banche e Irfis

sabato 12 Giugno 2021 - 09:41

Le domande senza risposta sulla moratoria e il Crif, la Centrale di rischio che censisce i cattivi pagatori . L'Associazione ha chiesto un immediato incontro chiarificatore

Confesercenti Sicilia ha scritto ai vertici di Irfis FinSicilia e al direttore regionale di Unicredit Sicilia per avere chiarimenti su alcune segnalazioni ricevute da imprenditori rispetto all’applicazione della moratoria sui mutui approvata dal governo nazionale e regionale.

“Un grande segnale di attenzione nei confronti di tutte quelle realtà che hanno subito dall’oggi al domani una battuta di arresto del proprio volume di affari per causa a loro non imputabili – sottolinea nella missiva il presidente di Confesercenti Sicilia, Vittoria Messina – Tuttavia sembra che coloro che ricorrono a tali misure e che pertanto beneficiano della moratoria vengano segnalati, dagli stessi istituti di credito alla Crif, la Centrale di rischio che censisce i cattivi pagatori. Una segnalazione – continua Messina – che pesa gravemente sulla bancabilità dell’impresa mortificando la stessa ratio per cui la moratoria era stata pensata. Tale situazione oltre a penalizzare i soggetti potenzialmente beneficiari dell’agevolazione scoraggerebbe gli stessi a farvi ricorso”.

Altro aspetto segnalato da Confesercenti, è che “la moratoria viene applicata solo alla sorte capitale e non anche agli interessi passivi che ad oggi devono ugualmente essere corrisposti durante il periodo di sospensione dei pagamenti delle rate dovute”.

Messina chiede “un confronto per superare così da garantire il giusto sostegno a tutte quelle realtà che senza adeguati aiuti rischiano di chiudere impoverendo il nostro tessuto socio economico e alimentando la perdita di posti di lavoro”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684