Nuovo Catania, sono cinque le manifestazioni di interesse arrivate al Comune - QdS

Nuovo Catania, sono cinque le manifestazioni di interesse arrivate al Comune

web-j

Nuovo Catania, sono cinque le manifestazioni di interesse arrivate al Comune

Gianluca Virgillito  |
sabato 18 Giugno 2022 - 13:40

Alle ore 13 di oggi, scadenza del termine per la presentazione delle proposte per la manifestazione d’interesse a rappresentare il titolo sportivo della Città di Catania nei campionati Figc, sono cinque le documentazioni pervenute tramite Pec al protocollo generale del Comune di Catania

Il dado è tratto. Alle 13 sono scaduti i termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse per la costituzione del nuovo club etneo. Sono ufficialmente cinque i soggetti pronti ad aggiudicarsi l’onere e l’onore di dare continuità ai colori rossazzurri e che hanno inviato la pec al Comune di Catania.

I quattro soggetti interessati

I cinque soggetti interessati che hanno inviato la pec con progetto e business plan al Comune di Catania sono:

  • Fabio Maestri, rappresentato da Luigi Ferlito
  • MMR Cinema, rappresentato da Gioacchino Amato
  • Pelligra Group Pty Ltd, gruppo australiano rappresentato da Dante Scibilia
  • Osmosi Spa, rappresentato da Luca Giovannone
  • Antonello Mascali per conto di “imprenditori catanesi, inglesi, coreani e spagnoli”

A Fabio Maestri, Luca Giovannone (Osmosi Spa) e alla Mmr Cinema si è aggiunta, come vi avevamo riportato questa mattina, anche la pec di Dante Scibilia che rappresenta “Pelligra Build Pty Ltd”, una importantissima realtà straniera riconosciuta a livello internazionale, con base in Australia, che opera principalmente nell’ambito delle costruzioni edilizie e nel settore immobiliare, tra centri commerciali di lusso, hotel e altri mastodontici edifici. Un gruppo molto solido, con un fatturato da capogiro, da primi riscontri si parla di miliardi, tradotti in euro. In particolare Pelligra ha realizzato progetti in Victoria, South Australia, Nuovo Galles del Sud, Queensland, Filippine e Cina. La città ha salutato con entusiasmo quest’ultima soluzione, attribuendo anche molto valore proprio alla presenza di Scibilia in qualità di rappresentante, in quanto ritenuto dal tifo catanese una garanzia nel settore finanziario, e in particolare calcistico.

Naturalmente è corretto non dare per certo o per scontato che sarà proprio quest’ultima la soluzione scelta dal Comune di Catania, chiamato a dare spazio alla realtà economicamente più solida tra quelle che hanno presentato proposta per un progetto vincente, mettendo da parte qualunque collegamento col passato.

La palla adesso passa al Comune

A breve è atteso il comunicato del Comune di Catania per conoscere i dettagli delle manifestazioni d’interesse. La palla adesso passa al sindaco facente funzioni, Roberto Bonaccorsi che procederà insieme ai tecnici del Comune incaricati e all’assessore allo sport di Catania, Sergio Parisi, alla valutazione attenta e scelta finale del progetto che rispetterà i requisiti del bando e darà maggiori garanzie per il progetto.

Bonaccorsi: “Amministrazione soddisfatta”

“L’Amministrazione Comunale è pienamente soddisfatta -ha detto il sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi- perché la manifestazione d’interesse ha avuto successo attraendo ben quattro possibili gruppi di investitori, che appaiono tutti ben strutturati e degni di ogni considerazione. Ciascuna di esse verrà valutata con piena attenzione e massimo rigore, badando all’esclusivo interesse di garantire un futuro solido e una prospettiva agonistica di ampio respiro al Calcio a Catania, in linea alla tradizione sportiva etnea e alle legittime aspirazioni degli sportivi e dei tifosi rossazzurri”

Tra una decina di giorni – conclude – e comunque entro il mese di Giugno indicheremo, nella massima serietà e trasparenza, la compagine ritenuta più idonea per rappresentare Catania nel mondo calcistico nazionale. Forza Catania!”

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684