Palermo, Amat, ecco la carica dei cento autisti - QdS

Palermo, Amat, ecco la carica dei cento autisti

redazione

Palermo, Amat, ecco la carica dei cento autisti

venerdì 02 Ottobre 2020 - 00:03
Palermo, Amat, ecco la carica dei cento autisti

Via libera alle assunzioni dal Consiglio d’amministrazione dell’azienda di trasporto pubblico. Prevista entro novembre l’immissione in servizio del nuovo personale a tempo determinato

PALERMO – Il servizio di trasporto pubblico nel capoluogo siciliano potrebbe essere vicino a quella svolta auspicata da tempo dai cittadini. Il Consiglio di amministrazione di Amat, infatti, ha dato avvio all’assunzione di cento autisti, con contratto a tempo determinato, facendo seguito alla delibera di Giunta che aveva autorizzato la procedura.

Adesso sarà compito del Cda individuare la società interinale che dovrà occuparsi del reclutamento dei lavoratori in tempi brevissimi, fornendo direttamente i nominativi di persone in possesso dei requisiti tecnici (patente adeguata, ecc..) e delle certificazioni sanitarie.

“Finalmente – ha affermato il sindaco Leoluca Orlando – l’Azienda sta dando seguito a un importante indirizzo dell’Amministrazione, creando una tipica situazione in cui a beneficiarne saranno tutti: l’azienda stessa in termini di produttività, i cittadini in termini di servizi che saranno fruibili e cento lavoratori che potranno mettere a disposizione della collettività la propria professionalità”.

“Abbiamo avuto rassicurazione da Amat – ha aggiunto l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania – circa un calendario stringente perché si arrivi entro metà novembre all’immissione in servizio di questo nuovo personale. Confidiamo nel fatto che i tempi siano ancora più brevi, perché la città ha davvero bisogno di avere al più presto più mezzi per strada a garantire un servizio essenziale”.

“È per noi indispensabile – ha dichiarato il presidente di Amat Michele Cimino – tenere conto, e ove possibile, rendere attuabile l’ordinanza del presidente Musumeci che vieta gli assembramenti, anche se questa non è espressamente indirizzata al servizio di trasporto pubblico. Avere più mezzi per strada sarà in questo senso utilissimo, ma spero che anche i cittadini comprendano la necessità di collaborare in questa direzione”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684