Pensione di reversibilità estesa ai nipoti disabili del nonno deceduto - QdS

Pensione di reversibilità estesa ai nipoti disabili del nonno deceduto

web-dr

Pensione di reversibilità estesa ai nipoti disabili del nonno deceduto

Salvatore Freni  |
domenica 19 Giugno 2022 - 14:30

La sentenza della Consulta del 5 aprile 2022, n. 88 stabilisce che i nipoti maggiorenni inabili al lavoro conviventi con i nonni pensionati potranno ottenere la reversibilità della loro pensione.

La sentenza della Consulta datata 5 aprile 2022, n. 88 stabilisce che i nipoti maggiorenni inabili al lavoro conviventi con i nonni pensionati ed a carico di questi ultimi potranno ottenere la reversibilità della pensione dei loro nonni.

Questo risultato si è ottenuto dopo ben 82 anni di norme. Infatti il regio decreto legge 14 aprile 1939, n. 636, come sostituito dalla legge 4 aprile 1952, n. 6218 e successivamente dalla legge 21 luglio 1965, n.  903, prevede che la pensione di reversibilità spetta al coniuge superstite ad ai figli superstiti minorenni o di qualunque età se inabili al lavoro ed a carico del genitore al momento del decesso di quest’ultimo.

Tale norma è stata poi integrata a seguito sella sentenza della Corte Costituzionale n. 180/1999, la quale ha esteso la reversibilità in discorso anche ai nipoti minorenni conviventi a carico (del nonno), ma non ai maggiorenni anche inabili al lavoro. Infine  la qui detta sentenza della Consulta del 5 aprile 2022, n. 88  ha esteso la reversibilità in parola anche ai nipoti maggiorenni inabili al lavoro.

Cos’è la pensione di reversibilità

La pensione di reversibilità è una percentuale della pensione cui godeva un pensionato che alla sua morte continua ad essere corrisposta alle persone che, al momento del suo (del pensionato) decesso risultano a carico del suddetto pensionato. Tali beneficiari della pensione in discorso sono stati elencati a proposito della normativa che nel tempo ha regolamentato la qui detta pensione di reversibilità.

Chi può chiedere la reversibilità e come

Premesso che la pensione di reversibilità non è erogata automaticamente, ma si ottiene previo domanda da compilare in appositi moduli e da inviare all’Ente che ha erogato la pensione al de cuius (il nonno defunto), che nella maggior parte dei casi è l’INPS, per via telematica, anche con l’intervento di un patronato.

La domanda di reversibilità è sottoscritta dal tutore, nel caso di nipote minorenne, e dal curatore, nel caso di nipote maggiorenne incapace di intendere e di volere. In entrambi i casi, i legali rappresentanti del nipote superstite, dovranno allegare alla domanda il documento che prova la loro qualifica (di tutore o di curatore) oppure dovranno allegare, alla stessa domanda, in luogo del sopradetto documento, una dichiarazione resa sotto la loro responsabilità, ai sensi del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, nella quale attestano la loro qualità (di tutore o di curatore).

La misure della pensione di reversibilità

La pensione di reversibilità è corrisposta agli aventi causa in percentuale in base al rapporto di parentela o di affinità con il de cuius; nel caso di nipoti tale percentuale è pari al 15%; se, ad esempio, un nonno percepiva  una pensione mensile di € 2.000 mensili, alla sua morte al nipote sarà corrisposta una pensione di reversibilità pari a € 300, così calcolata: € 2.000 x 15 : 100  = 300.

Salvatore Freni

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684