Poste Italiane, forte crescita nel primo trimestre 2022: i dati - QdS

Poste Italiane, forte crescita nel primo trimestre 2022: i dati

redazione web

Poste Italiane, forte crescita nel primo trimestre 2022: i dati

giovedì 12 Maggio 2022 - 14:30

Poste Italiane si conferma un "pilastro strategico" per l'Italia. Ecco i dati del primo trimestre del 2022.

Un risultato operativo in forte crescita per Poste Italiane nel primo trimestre del 2022, pari all’11,8%, e 694 milioni di euro, con contributi positivi da servizi assicurativi, servizi finanziari, pagamenti e mobile e una performance resiliente della divisione corrispondenza, pacchi e distribuzione solida performance finanziaria nel primo trimestre del 2022.

Dati che aprono la strada a un 2022 di successo e che vengono elencati di seguito:

  • Ricavi in continua crescita, pari all’1,4%, che raggiungono i 3,0 mld di euro – ottima performance in tutte le linee del business di pagamenti e mobile e nei servizi assicurativi sia ramo vita che danni ricavi da servizi finanziari stabili con un maggiore margine di interesse (nii) sostenuto da investimenti in crediti d’imposta e da un contesto favorevole di tassi di interesse che compensa il minore contributo dalla gestione proattiva del portafoglio;
  • solida execution del piano “24si plus” – un player antifragile che consegue risultati, nonostante l’incertezza del contesto macroeconomico;
  • business dei pacchi in fase di normalizzazione, ben al di sopra dei livelli precedenti alla pandemia;
  • la continua attenzione alla razionalizzazione dei costi restituisce ulteriore flessibilità per raggiungere gli obiettivi del piano “24si plus”;
  • ricavi del primo trimestre del 2022 pari a € 3,0 miliardi, +1,4% a/a;
  • ricavi da corrispondenza, pacchi e distribuzione pari a € 901 milioni nel primo trimestre del 2022, -2,0% a/a, con i ricavi da corrispondenza invariati e i volumi dei pacchi, in fase di normalizzazione, che si attestano a livelli ben al di sopra di quelli registrati prima della pandemia. volumi dei pacchi in calo rispetto al livello eccezionalmente elevato conseguito nel primo trimestre del 2021, reso possibile dalle misure di lockdown;
  • ricavi totali dei servizi finanziari pari a € 1,5 miliardi nel primo trimestre del 2022, -1,3% a/a, a fronte di un minor contributo da parte della gestione proattiva del portafoglio parzialmente compensato dal risultato degli investimenti in crediti d’imposta;
  • ricavi dei servizi assicurativi pari a € 529 milioni nel primo trimestre del 2022, in crescita del +7,1% a/a, per effetto di maggiori volumi e margini in crescita. raccolta netta del comparto assicurativo vita pari a €2,6 miliardi nel primo trimestre del 2022 (+32% a/a), premi lordi del comparto danni pari a €114 milioni (+19.5% a/a);
  • ricavi da pagamenti e mobile contribuiscono ad accelerare la fase di crescita e raggiungono € 231 milioni nel primo trimestre dell’anno, +20,2% a/a, grazie a significativi contributi provenienti da tutte le linee di prodotto;
  • costi totali pari a € 2,3 miliardi nel primo trimestre del 2022, in riduzione dell’1,4% a/a, a conferma dell’efficace processo di razionalizzazione dei costi. i costi non-hr si riducono dello 0,2% rispetto al primo trimestre del 2021 a € 952,8 milioni, incorporando al contempo l’impatto dell’inflazione;
  • solido risultato operativo (ebit) del primo trimestre del 2022 pari a € 694 milioni, +11,8% a/a;
  • utile netto del primo trimestre del 2022 pari a € 495 milioni, +10,6% a/a;
  • attività finanziarie investite (afi1) in calo di € 4 miliardi nel trimestre a € 582 miliardi, con una raccolta netta positiva di € 2 miliardi raggiunta complessivamente su tutti i prodotti e un effetto negativo di mercato riconducibile a tassi di interesse più elevati cha ha influenzato le riserve tecniche del comparto assicurativo vita;
  • posizione patrimoniale solida: total capital ratio di bancoposta pari al 23,9% (di cui cet1 ratio pari al 21,1%), leverage ratio pari al 3,1% e solvency ii ratio del gruppo assicurativo poste vita pari al 272%, ben al di sopra dell’ambizione manageriale.

Principali sviluppi operativi dei segmenti nel primo trimestre 2022

  • Corrispondenza, pacchi e distribuzione: lanciata la funzionalità “Poste Delivery Business”, che consente a venditori e utenti della piattaforma online di effettuare spedizioni dagli Uffici Postali e attraverso la Rete Punto Poste; lanciato nell’ambito del business della Corrispondenza il nuovo servizio “Posta Assicurata Market”, che fornisce la possibilità ai clienti di un doppio tentativo di recapito.
  • Servizi finanziari: lanciato il “Buono 5X5”, Buono Fruttifero Postale specifico per investimenti di lungo termine, che matura interessi fissi e crescenti negli intervalli di 5, 10, 15, 20 e 25 anni; in collocamento il fondo “Focus Ambiente Marzo 2028”, che integra investimenti obbligazionari con titoli azionari, con focus specifico sulla sostenibilità. Il “Prestito BancoPosta Consolidamento” consente ai clienti di accorpare in un unico pagamento mensile le rate dei prestiti in essere.
  • Servizi assicurativi: “Poste Progetto Capitale”, prodotto multiramo sulla vita a premio ricorrente della durata di 10 anni, che unisce la stabilità della gestione separata di ramo I “Posta ValorePiù” alla possibilità per i clienti di bilanciare il proprio profilo finanziario con elementi ESG; “Poste Welfare Infortuni”, a copertura dei rischi di infortunio dei dipendenti delle aziende contraenti.
  • Pagamenti e mobile: carta di debito “PostePay Premium” per clienti affluent; “Poste Casa Ultraveloce”, il servizio FTTH (“Fiber-To-The-Home”: “fibra fino a casa”) di Poste Italiane viene ora erogato in tutti gli Uffici Postali.

Altri risultati del trimestre

Poste Italiane continua nel suo percorso di crescita sostenibile, creando valore nel lungo termine a beneficio di tutti gli stakeholder.

Ecco alcuni tra i principali risultati nel trimestre:

Brand Finance Institute “Global 500”: Poste Italiane fa un balzo di 51 posizioni nella classifica globale rispetto allo scorso anno, con la reputazione e la fiducia dei clienti che portano a 7,8 miliardi di dollari il valore del brand, e ora è tra i 25 marchi più forti al mondo.

Certificazione del sistema di gestione della compliance integrata: prima azienda in Italia a conseguire da IMQ la certificazione in conformità con la nuova ISO 37301:2021, confermando la centralità dei principi di Integrità e trasparenza quali pilastri strategici per la creazione di valore condiviso da parte del Gruppo.

Accordo con Unimpresa per supportare il territorio: Poste fa leva sulla capillarità della propria rete per offrire prodotti e servizi innovativi a micro, piccole e medie imprese associate a Unimpresa.

Progetto di autonomia abitativa per l’inclusione sociale: nel mese di marzo, 10 alloggi – parte del patrimonio di Poste – sono stati destinati, ristrutturati e arredati, a donne vittime di violenza domestica e i loro figli, che si trovano in condizioni di particolare disagio economico. Si conclude la prima fase di un’iniziativa, frutto di una stretta collaborazione con le associazioni D.i.Re (Donne in Rete) e Differenza Donna, che aiuteranno Poste nel selezionare ogni anno le donne che parteciperanno a questa iniziativa.

Iniziative di Educazione Finanziaria: 26 eventi e più di 13.000 persone coinvolte da inizio anno, come parte dell’impegno di Poste a promuovere l’inclusione finanziaria.

Linee di credito BEI per complessivi €700 milioni per progetti di efficienza energetica e mobilità sostenibile: primi finanziamenti Green per Poste, per supportare le iniziative ESG previste dal Piano strategico “24SI Plus”, ottimizzando la struttura finanziaria del Gruppo.

Partnership con Parks – Liberi e Uguali: Poste aderisce a Parks, associazione senza scopo di lucro creata per aiutare aziende socie a sviluppare strategie e best practice a supporto della diversità di genere. Poste sarà coinvolta in progetti che promuoveranno l’inclusione “LGBT+”, a testimoniare l’impegno del Gruppo nel valorizzare la diversità.

Il commento dell’Amministratore Delegato di Poste Italiane

Ieri, il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A. (“Poste Italiane” o “il Gruppo”), presieduto da Maria Bianca Farina, ha approvato i risultati finanziari per il primo trimestre del 2022 (non sottoposti a revisione contabile).

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha così commentato: “A meno di due mesi di distanza dall’aggiornamento del Piano Strategico del Gruppo questi risultati rappresentano il primo caposaldo di un 2022 di successo.

Il nostro modello di business diversificato continua a produrre ottimi risultati finanziari con l’utile netto pari a € 495 milioni e con la redditività operativa che migliora in tutti i segmenti di business. Il comparto dei Servizi Assicurativi fornisce il contributo maggiore alla profittabilità del Gruppo, con una performance positiva sia nel ramo Vita che nel ramo Danni. L’EBIT dei Servizi Finanziari è aumentato grazie a ricavi stabili e al contributo di minori costi.

Nel settore Pagamenti e Mobile, la crescita a doppia cifra dell’EBIT è stata determinata dalla capacità di valorizzare i trend positivi del mercato, come testimoniato dai 2 miliardi di transazioni gestite nel 2021 e oltre mezzo miliardo nel primo trimestre dell’anno.

Il risultato operativo nella divisione Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione è stato solido nel trimestre, grazie alla razionalizzazione dei costi che ha compensato l’impatto della normalizzazione dei volumi dei pacchi che si attestano strutturalmente al di sopra dei livelli pre-pandemia, anche a seguito dei risultati eccezionalmente alti dell’anno scorso, conseguenti alle misure di lockdown attuate nella maggioranza delle regioni italiane.

Anche in presenza di un contesto sfidante nel settore della logistica, la nostra comprovata esperienza nella razionalizzazione dei costi ci rende particolarmente fiduciosi nel mantenere la piena visibilità sul nostro obiettivo di EBIT del 2022 per la divisione Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione.

Dal 2020 abbiamo conseguito una performance costante e in miglioramento: dopo una forte ripresa nel 2021, nel primo trimestre dell’anno continuiamo a crescere in maniera solida, aprendo la strada ad un 2022 di successo. Ciò è stato possibile grazie al duro lavoro di tutte le nostre persone dall’inizio della pandemia, che ha determinato uno spostamento strutturale verso l’alto della nostra traiettoria di crescita.

Quest’anno celebriamo i 160 anni di Poste Italiane, un appuntamento storico che testimonia come il nostro patrimonio unico ci abbia sempre permesso di affrontare le sfide e accompagnare il futuro delle nostre comunità.

Confermiamo il nostro ruolo di pilastro strategico per l’Italia, attraverso la nostra piattaforma di distribuzione omni-canale. Continuiamo a soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei clienti e confermiamo la nostra ambizione di sostenere lo sviluppo del nostro Paese, d’ora in avanti”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684