Migranti, 450 sbarcano a Pozzallo, sindaco: "Serve forza militare Ue di soccorso" - QdS

Migranti, 450 sbarcano a Pozzallo, sindaco: “Serve forza militare Ue di soccorso”

web-mp

Migranti, 450 sbarcano a Pozzallo, sindaco: “Serve forza militare Ue di soccorso”

web-mp |
martedì 17 Maggio 2022 - 08:36

Il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna: "Il salvataggio di migliaia di vite umane non può essere soltanto prerogativa di qualche Ong"

Sbarco a Pozzallo, dove un barcone con 450 migranti scortato dalle motovedette della Guardia di finanza e dalla Capitaneria di Porto sta per entrare in porto.

Il vecchio motopeschereccio è approdato intorno alle ore 7 al porto di Pozzallo. Era stato segnalato ieri sera a circa 30 miglia da Portopalo, nel Siracusano. Le operazioni di sbarco sono iniziate. A bordo anche donne. Non sembrano al momento esserci situazioni di criticità tra i i migranti.

L’appello del sindaco di Pozzallo

L’emergenza sbarchi è solo all’inizio

“La macchina dell’accoglienza è pronta – dice il sindaco Roberto Ammatuna e prosegue -. Con la bella stagione in arrivo – dice il sindaco di Pozzallo – è probabile l’intensificarsi anche di questa tipologia di sbarchi autonomi. E’ inevitabile ormai la presenza nel Mediterraneo di una forza militare europea. Il salvataggio di migliaia di vite umane non può essere soltanto prerogativa di qualche Ong“.

Migranti: altri 57 nella notte a Lampedusa, oltre mille in hotspot

Sono 57 i migranti approdati nella notte a Lampedusa. Viaggiavano a bordo di un barchino di 8 metri, lasciato alla deriva, intercettato dagli uomini della Guardia di finanza a circa 8 miglia dalle coste dell’isola. Si aggiungono ai due gruppi approdati ieri sulla più grande delle Pelagie: 126 rintracciati dalla Capitaneria di porto a una trentina di miglia e 79 intercettati a circa 15 miglia a bordo di un barchino sequestrato. Tutti dopo i controlli sanitari sono stati condotti nell’hotspot di contrada Imbriacola, dove ormai le presenze hanno superato quota mille.

Salvini: “Sbarchi fuori controllo intervenga Draghi”

“Ma il ministro Lamorgese cosa sta (o non sta) facendo, mentre gli sbarchi sono fuori controllo e io sono a processo per averli quasi azzerati? Intendo chiedere a Draghi un impegno diretto, gli italiani non si meritano un’altra estate di caos e problemi”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684