RdC, a Porto Empedocle approvati i Puc per i percettori - QdS

RdC, a Porto Empedocle approvati i Puc per i percettori

redazione

RdC, a Porto Empedocle approvati i Puc per i percettori

sabato 17 Settembre 2022 - 09:08

La Giunta Martello ha dato il via libera ai Puc. I beneficiari del sussidio garantiranno l’accoglienza in sicurezza negli uffici comunali e il mantenimento del decoro del verde pubblico

PORTO EMPEDOCLE (AG) – Un’opportunità per i beneficiari del Reddito di cittadinanza e un’occasione per la città, che può così ricevere benefici sia in ambito sociale che ambientale. Con apposita deliberazione della Giunta comunale sono stati infatti approvati i Progetti utili alla collettività (Puc) a favore dei percettori del sussidio residenti nel comune di Porto Empedocle.

Il Reddito di cittadinanza è una misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale. Si tratta di un sostegno economico a integrazione dei redditi familiari.
Tale misura è associata ad un percorso di reinserimento lavorativo e sociale, di cui i beneficiari sono protagonisti sottoscrivendo un Patto per il lavoro o un Patto per l’inclusione sociale.

Nell’ambito dei Patti per il lavoro e per l’inclusione sociale, i beneficiari Rdc sono tenuti a svolgere Progetti utili alla collettività (Puc) nel comune di residenza per almeno otto ore settimanali, aumentabili fino a 16. I Comuni sono responsabili dei Puc e li possono attuare in collaborazione con altri soggetti. Oltre a un obbligo, i Puc rappresentano un’occasione di inclusione e crescita per i beneficiari e per la collettività. Per i beneficiari, perché i progetti devono essere strutturati in coerenza con le competenze professionali del soggetto interessato, con quelle acquisite anche in altri contesti e in base agli interessi e alle propensioni emerse nel corso dei colloqui sostenuti presso il Centro per l’impiego o presso il Servizio sociale del Comune; per la collettività, perché i Puc devono essere individuati a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità locale e devono intendersi come complementari, a supporto e integrazione rispetto alle attività ordinariamente svolte dai Comuni e dagli Enti pubblici coinvolti.

Le attività messe in campo devono rispondere a uno specifico obiettivo da raggiungere in un intervallo di tempo definito, attraverso la messa in campo di risorse umane e finanziarie. Il progetto potrà riguardare sia una nuova attività sia il potenziamento di un’attività esistente, ma in nessun caso le attività in esso svolte potranno essere sostitutive di quelle ordinarie né saranno in alcun modo assimilabili ad attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo.

“Un’opportunità per la nostra città – ha commentato l’Amministrazione comunale di Porto Empedocle, retta dal sindaco Calogero Martello – che andrà a giovare delle attività messe in campo nell’ambito dei Puc, che vedranno l’impiego di risorse umane e finanziarie destinate a potenziare l’attività esistente in maniera complementare con il coinvolgimento dei soggetti del Terzo settore. Una sinergia che rappresenta una grande occasione per la città che andrebbe a migliorare sotto l’aspetto ambientale e sociale”.

Per quanto riguarda l’ambito sociale, i percettori di Rdc presteranno supporto ai Servizi comunali, garantiranno accoglienza in sicurezza negli edifici comunali e nelle scuole; dal punto di vista ambientale, invece, i Puc interessano il mantenimento del decoro del verde pubblico, lo spazzamento delle vie di Porto Empedocle e il supporto delle attività di pulizia e manutenzione degli edifici comunali.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684