Regalbuto: in arrivo oltre 200 mila euro per la videosorveglianza dell’area urbana - QdS

Regalbuto: in arrivo oltre 200 mila euro per la videosorveglianza dell’area urbana

redazione

Regalbuto: in arrivo oltre 200 mila euro per la videosorveglianza dell’area urbana

venerdì 12 Aprile 2019 - 00:00

In totale sono venti i nuovi occhi elettronici che vogliono assicurare la sicurezza dei cittadini
Contrasto ai reati e controllo dei principali punti strategici del territorio comunale

REGALBUTO (EN) – Finanziato dal ministero degli Interni il progetto “Regalbuto sicura” per l’implementazione di un sistema di videosorveglianza a uso delle forze di Polizia per il contrasto ai reati e al controllo punti strategici del territorio. Un investimento di oltre 200 mila euro.

Le risorse ottenute si riferiscono al bando inserito all’interno delle Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città varate dal Governo, che con apposita nota ha comunicato al Comune lo scorrimento della graduatoria delle domande di ammissione al finanziamento statale. Solo due Municipi in provincia di Enna sono stati finanziati: Agira e Regalbuto.

“Il finanziamento di questo progetto – ha commentato il sindaco Francesco Bivona – ci vede in prima linea nella attenzione alla sicurezza reale e percepita nel nostro territorio. Abbiamo sviluppato un progetto nei minimi particolari segnalando le aree di maggior interesse strategico da sottoporre al controllo. Verranno installate circa venti nuove telecamere con avanzati sistemi tecnologici per verifica delle targhe anche a lungo raggio nelle principali strade di accesso al territorio comunale, nel centro urbano per il contrasto ai fenomeni di furti e rapina, nella periferia urbana per il contrasto dei fenomeni di degrado, nei pressi degli edifici scolastici per il contrasto ai fenomeni di vandalismo, microcriminalità e spaccio”.

“Oltre la Villa comunale – ha concluso il sindaco di Regalbuto – anche le aree lontane dal centro saranno oggetto di attenzione come gli impianti sportivi di Piano Arena. Questi interventi, aggiunti al sistema di sorveglianza già in uso, renderanno ancora più sicuro il nostro territorio, aiutando le Forze dell’Ordine che ringrazio per l’egregio lavoro che svolgono nel nostro Comune, per il contrasto alla illegalità”.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684