Ricaricare auto elettriche in marcia, l'invenzione di Adriàn Espinosa - QdS

Ricaricare auto elettriche in marcia, l’invenzione di Adriàn Espinosa

web-dr

Ricaricare auto elettriche in marcia, l’invenzione di Adriàn Espinosa

web-dr |
venerdì 26 Marzo 2021 - 12:04
Ricaricare auto elettriche in marcia, l’invenzione di Adriàn Espinosa

Già depositato il brevetto del generatore d’attrito “ESP5”: va montato sulla sospensione di un’auto in modo tale che la ruota faccia attrito con la parte interna del cerchione dell’auto.

“Sto realizzando il sogno che avevo a 14 anni”. Esordisce così Adriàn Espinosa, argentino di origini italiane, in merito alla sua ultima invenzione destinata a cambiare, migliorare, il futuro delle autovetture e dell’ambiente. Si tratta di un generatore di corrente d’attrito creato per aiutare a ricaricare le batterie delle auto elettriche mentre sono in movimento, fornendo così una maggiore autonomia e riducendo i tempi di ricarica.

“Andavo a scuola di elettricità da ragazzo e, quando ero libero, trascorrevo il tempo nell’officina meccanica di mio zio”. Fu allora che Adriàn – che ormai lavora e vive a Ragusa insieme alla sua famiglia – immaginò di unire i due mondi: quello elettrico e quello meccanico: “Era, però, ancora troppo presto per sviluppare un generatore. La vita a volte ti porta in altri mondi e sei costretto a rimandare i tuoi sogni. Tuttavia, non ho mai smesso di credere che avrei potuto realizzarli e li ho sempre tenuti a mente”.

Così, dopo tanto lavoro e studio, Adriàn Espinosa deposita il brevetto del generatore d’attrito “ESP5”: realizzato in alluminio (ma può essere realizzato anche in plastica, e plastica riciclata), pesa circa 3,5 chilogrammi e va montato sulla sospensione di un’auto in modo tale che la ruota – che si trova sulla punta dell’asse del generatore– faccia attrito con la parte interna del cerchione dell’auto. Così, quando la ruota del veicolo ruota, il generatore sviluppa tutta la sua potenza, potendo caricare le batterie. Ad una velocità di soli 15 km/h si sviluppa una potenza di 300 W, corrente massima: 25 A DC e tensione in volt: 14,2 V DC.

“Il mio desiderio era creare qualcosa di diverso, che andasse oltre il convenzionale, qualcosa che cambierà davvero il futuro. Un’energia sostenibile e non inquinante, un’energia in grado di soddisfare tutte le nostre esigenze”.

Un sogno, quello di Adriàn, che risponde alla necessità di un mondo più sostenibile ed ecocompatibile, un sogno che finalmente ha preso forma e che porta il suo nome. “Oggi vivo in Italia, nella terra dei motori, la terra dei miei nonni, e finalmente ho la possibilità di dare forma a questo sogno, che chiamo ESP5”.

Alessia Giaquinta

Tag:

Un commento

  1. Alessandro ha detto:

    Ma come vi viene in mente di dare spazio a queste notizie?
    Chi ha studiato un minimo di fisica sa che per produrre X energia se ne consuma X+Y.
    In pratica questo aggeggio non solo è inutile, ma fa sprecare energia (proprio quell’Y), riducendo l’autonomia del veicolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684