A Riesi scoperta la più grande piantagione di marijuana in Sicilia

Riesi, scoperta coltivazione con 20 mila piante di marijuana: 11 arresti

web-mp

Riesi, scoperta coltivazione con 20 mila piante di marijuana: 11 arresti

web-mp |
sabato 25 Giugno 2022 - 08:42

I carabinieri hanno ricostruito tutte le presunte fasi dell’attività illecita. Il maxi quantitativo di marijuana "skunk" avrebbe fruttato all’ingrosso circa 16 milioni di euro

Circa 20 mila piante di marijuana tipo ‘Skunk’, con altezza compresa tra i 45 e i 90 centimetri tra i filari di vite. E’ quanto hanno scoperto in contrada Figotto, a Riesi i carabinieri del Comando provinciale, insieme a personale dello Squadrone eliportato cacciatori ‘Sicilia’ e del nucleo Elicotteri di Palermo, nell’ambito della maxi operazione antidroga che ha portato a 11 arresti.

L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Caltanissetta su richiesta della locale Dda ha raggiunto tre indagati originari di Riesi e 8 della provincia di Palermo. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla coltivazione e traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini

L’indagine è scattata dopo il ritrovamento a Butera, nel Nisseno, il 2 giugno dello scorso anno, di una piantagione di marijuana di complessive 15mila piante, per la quale gli odierni arrestati non sono iscritti nel registro degli indagati. Gli investigatori dell’Arma hanno fatto così luce su un’associazione criminale dedita alla coltivazione e al traffico di droga, il cui presunto promotore è un 53enne riesino e che poteva contare sull’apporto di esponenti della criminalità palermitana. Durante l’attività investigativa sono state ricostruite tutte le fasi dell’attività illecita: dal trasporto delle piantine all’interno di plateau occultati in doppifondi ricavati su cassoni di camion alla loro piantumazione e all’irrigazione.

La droga sequestrata, valore 16 milioni di euro

In occasione della scoperta, lo scorso 21 giugno a Riesi, della maxi piantagione di droga i carabinieri hanno arrestato in flagranza per coltivazione di sostanze stupefacenti quattro persone sorprese all’interno del fondo agricolo. La droga, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato circa 16 milioni di euro. 

Cento piante sono state campionate da personale del laboratorio analisi sostanze stupefacenti dei carabinieri di Catania intervenuto sul posto e la restante parte è stata immediatamente estirpata e distrutta.   

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684