Rifiuti, bando settennale all’esame Anac. Cantarella: “Nessuna criticità rilevata” - QdS

Rifiuti, bando settennale all’esame Anac. Cantarella: “Nessuna criticità rilevata”

Desiree Miranda

Rifiuti, bando settennale all’esame Anac. Cantarella: “Nessuna criticità rilevata”

venerdì 31 Maggio 2019 - 00:05
Rifiuti, bando settennale all’esame Anac. Cantarella: “Nessuna criticità rilevata”

Differenziata inchiodata al 13% e si moltiplicano le discariche abusive: “Ne abbiamo contate 151”

CATANIA – Il nuovo bando settennale per la raccolta differenziata a Catania è finalmente sulla scrivania dei tecnici dell’Anac, l’Autorità nazionale anticorruzione. “Ci hanno già risposto che va tutto bene, dobbiamo solo fare delle integrazioni, ma non è stata rilevata nessuna criticità. Manca un documento richiamato nel capitolato, in cui si specificavano meglio alcune questioni sulla gestione dei rifiuti”, dichiara l’assessore all’ecologia del Comune, Fabio Cantarella.

I tempi di pubblicazione del bando adesso dipendono dalla stessa Autorità. “Ci hanno risposto in pochi giorni – afferma Cantarella – quindi ritengo che appena integreremo avremo subito notizie”. L’obiettivo è quello di superare le criticità attuali coprendo tutta la città con il porta a porta. “Naturalemente – aggiunge Cantarella – dove le strade sono troppo strette abbiamo pensato a dei carrellati con colori differenti per la raccolta”.

Con il nuovo bando, inoltre, si vogliono subito raggiungere percentuali di differenziata molto più alti. “Se con il porta a porta fatto con appena 40mila persone stiamo salendo, immagino che con un servizio esteso a tutta la città dovremmo superare con facilità il 30 per cento, che è il minimo richiesto dalla la Regione”, sostiene l’assessore.

Per quanto riguarda le attuali percentuali di raccolta differenziata in città, siamo ancora ben lontani dal sufficiente visto che l’ultimo dato si attesta al 13%. “Con il cambio d’appalto siamo partiti dal 5,7 per cento, adesso siamo al 13 e penso che saliremo un altro po’ perché da poco abbiamo esteso la raccolta anche all’Università. Di mezzo o un punto stiamo sempre crescendo. Due punti il mese scorso.”, specifica Canatrella.

Nonostante l’impegno, la raccolta soffre molto, Catania è sporca e le discariche abusive continuano a prosperare. I cittadini si sentono autorizzati a lasciare i rifiuti in ogni angolo o perché sanno che qualcuno li porterà via o perché ce ne sono già altri e credono che uno in più non faccia differenza. Degrado chiama degrado insomma. In alcuni casi infatti, l’intervento di pulizia è pronto, ma in altri no e i cumuli, a volte, diventano montagne di rifiuti di ogni genere.

“Abbiamo 151 discariche abusive che ogni giorno vengono pulite ma sono quotidianamente alimentate”, dice Fabio Cantarella. Nel nuovo appalto sono previste alcune telecamere nei punti considerati nevralgici per monitorare ed eventualmente punire i trasgressori.

Intanto, per cercare di incrementare ancora i numeri sui rifiuti, il Consiglio comunale ha appena votato il regolamento sul compostaggio domestico. “Il regolamento è stato appena approvato quindi avrà bisogno dei suoi tempi tecnici per essere messo in atto. Adesso vanno fatti i corsi di formazione per avere i requisiti per richiedere la compostiera. Ne distribuiremo mille fino ad esaurimento, ma è anche possibile comprarla o farsela da sé, purché si rispettino i requisiti. Lo sconto sulla Tari sarà fino al 30 per cento, in base all’ampiezza della compostiera. In un mesetto dovremmo partire”, dichiara ancora Cantarella.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684