Risultati positivi per l’edizione 2018 di DiaDay: l’iniziativa ha scoperto 5 mila soggetti diabetici - QdS

Risultati positivi per l’edizione 2018 di DiaDay: l’iniziativa ha scoperto 5 mila soggetti diabetici

redazione

Risultati positivi per l’edizione 2018 di DiaDay: l’iniziativa ha scoperto 5 mila soggetti diabetici

mercoledì 12 Giugno 2019 - 00:03
Risultati positivi per l’edizione 2018 di DiaDay: l’iniziativa ha scoperto 5 mila soggetti diabetici

Le farmacie coinvolte in tutta Italia hanno monitorato, nel novembre dello scorso anno, oltre 128 mila soggetti

in collaborazione con ITALPRESS

ROMA – Scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di essere affetti dalla patologia. È quanto emerge dai risultati DiaDay 2018, la campagna nazionale di screening del diabete in farmacia promossa da Federfarma.

Come sottolineato da Marco Cossolo, presidente di Federfarma, che ha colto l’occasione anche per lanciare la campagna DiaDay 2019, “grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nell’iniziativa di screening, abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia”.

“Abbiamo monitorato – ha aggiunto – quasi 130.000 persone in pochi giorni, permettendo a quasi 5.000 soggetti di venire a conoscenza d fatto di essere affetti dalla patologia. Queste persone possono ora curarsi adeguatamente e moto probabilmente eviteranno le complicanze e il progredire della malattia. Un vantaggio per i malati ma anche per le casse del Servizio sanitario nazionale, perché il diabete costa esponenzialmente di più man mano che progredisce”.

All’edizione 2018 del DiaDay hanno collaborato 5.112 farmacie su tutto il territorio nazionale: 2.669 al Nord; 833 al Centro; 1.610 al Sud e Isole. Sono stati monitorati 128.041 soggetti, il 59% era donna, il 41% uomo. L’adesione allo screening aumenta al crescere dell’età: dei 128.041 soggetti il 45% aveva più di 64 anni; il 68% più di 54 anni; l’83% più di 44 anni. Dei 128.041 individui monitorati, 11.944 hanno detto al farmacista di essere diabetici. I 116.097 soggetti dichiaratasi non diabetici sono stati sottoposti allo screening e di questi sono risultati affetti dalla patologia in 4.893, pari al 4,21%. I diabetici di nuova diagnosi sono prevalentemente uomini, 58,68% contro il 41,32% di donne. Queste percentuali sono praticamente sovrapponibili a quelle rilevate nel 2017. La diagnosi di diabete ha riguardato soprattutto persone al di sopra dei 55 anni: il 20,66% sono persone nella fascia tra i 55 e 64 anni; il 65,38% soggetti con più di 64 anni. Per quanto riguarda i casi di prediabete (predisposizione al diabete asintomatica) sono stati rilevati unicamente su 41.248 soggetti e di questi, esaminati a digiuno, sono risultati prediabetici 18.635 persone (pari al 45,18%) secondo le guide Ada (American diabetes association), più restrittive.

L’aderenza alla terapia – ha detto Silvia Pagliacci, presidente del Sunifar e coordinatrice del progetto DiaDay – è un problema gravissimo e non solo per il diabete. Uno studio recente su cinque patologie croniche moto diffuse (diabete, osteoporosi, fibrillazione atriale, dislipidemie e ipertensione) ha calcolato che se i malati seguissero scrupolosamente le terapie prescritte loro dal medico, il Ssn potrebbe risparmiare fino a 3,7 miliardi di euro (22,6% della spesa farmaceutica territoriale, che è di 16,5 miliardi). La presa in carico del paziente cronico da parte della farmacia permetterebbe la riduzione delle ricadute e delle recidive e una riduzione degli accessi ai Pronto soccorso e dei ricoveri ospedalieri. In sintesi: più salute e meno spesa”.

DiaDay 2018 ha avuto il patrocinio di Fofi, Fnomceo, Amd, Sid, Aild, Utifar, Fenagifar e Cittadinanzattiva. La raccolta dei dati e le elaborazioni statistiche sono a cura di Promodarma, società di servizi di Federfarma.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684