Ruvolo chiude cinque anni di sindacatura “Fatto il mio dovere per città e cittadini” - QdS

Ruvolo chiude cinque anni di sindacatura “Fatto il mio dovere per città e cittadini”

Giunta Annalisa

Ruvolo chiude cinque anni di sindacatura “Fatto il mio dovere per città e cittadini”

mercoledì 24 Aprile 2019 - 00:00
Ruvolo chiude cinque anni di sindacatura “Fatto il mio dovere per città e cittadini”

CALTANISSETTA – Nessuna grave irregolarità contabile o rilevo della Corte dei Conti, niente dissesto finanziario o ricorso al Fondo di rotazione. Rispetto del Patto di stabilità e pareggio di bilancio, contenimento della spesa. Questi i punti salienti della relazione di fine mandato del sindaco Giovanni Ruvolo, pubblicata all’Albo pretorio del Comune come previsto dall’art. 4 del Dlgs n149/11. Trenta due pagine in cui il primo cittadino ha riassunto la sua attività amministrativa dal giugno del 2014 all’aprile 2019.

“L’analisi del contesto interno – ha scritto Ruvolo – evidenzia situazioni comuni a tutte le direzioni esistenti, che possono essere riassunte in carenza del personale e tagli con conseguente diminuzione delle risorse finanziarie per ciascuna. Nonostante ciò la maggior parte degli obiettivi strategici è stata raggiunta, tutte le direzioni infatti hanno operato utilizzando professionalità presenti in modo da perseguire gli obiettivi di gestione che sono stati fissati annualmente con il piano esecutivo di gestione approvato dalla Giunta comunale”.

Il Comune, come evidenziato dal primo cittadino, ha affidato con molta perizia i servizi connotati da peculiarità sociali come Sprar e Pac, ha garantito la continuità dell’integrazione socio sanitaria e il servizio di segretariato sociale, attuato interventi di contrasto del randagismo in sinergia con le associazioni animaliste, portato avanti azioni a tutela dell’ambiente, raggiunto e superato la percentuale della raccolta differenziata prevista dalla legge, assegnato beni confiscati alla mafia.

“Alla carenza di risorse finanziarie – ha aggiunto il primo cittadino – si è fatto fronte mediante il ricorso a diversi finanziamenti a fondo perduto concessi sia dalla regione Sicilia che dallo Stato e finalizzati alla manutenzione delle scuole, efficientamento energetico, manutenzione di immobili di valore architettonico. Corre l’obbligo di evidenziare che diverse procedure relative all’accensione di ulteriori finanziamenti sono in itinere”.

L’indebitamento del Comune è passato da circa 6 milioni 045 mila euro del 2014 a circa 5 milioni 488 mila del 2018. Le spese del personale sono stati stabili, circa 12 milioni e mezzo annui.

“Lascio – ha concluso il sindaco uscente, che non si ricandiderà – con la serenità di aver fatto il mio dovere e di essermi speso per i cittadini e la città”.

Annalisa Giunta

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684