Salute mentale, l’Asp Agrigento vuole migliorare i servizi - QdS

Salute mentale, l’Asp Agrigento vuole migliorare i servizi

redazione

Salute mentale, l’Asp Agrigento vuole migliorare i servizi

sabato 22 Gennaio 2022 - 08:38

Avviato confronto fra operatori del settore, comunità territoriali, associazionismo e famiglie per rispondere nel modo migliore alle esigenze dei pazienti. La persona e i suoi bisogni al primo posto

AGRIGENTO – “La centralità del ruolo delle famiglie nella presa in carico del paziente da parte della rete delle cure di salute mentale” è stato l’argomento al centro del webinar tematico organizzato nei giorni scorsi dall’Azienda sanitaria provinciale.

Il seminario a distanza, organizzato dal Dipartimento di Salute mentale Asp, diretto da Raffaele Barone, si è posto l’obiettivo di creare un’occasione di dialogo e confronto fra gli operatori del settore, le comunità territoriali, l’associazionismo e le famiglie degli utenti.

“L’iniziativa – hanno sottolineato dall’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento – ben si innesta con la recente istituzione presso l’Asp di un Albo della salute mentale cui sono chiamati a far parte, nella cogestione dei Progetti terapeutici individualizzati (Pti) sostenuti da budget di salute, gli enti e le associazioni del settore e che dovrà interfacciarsi costantemente anche con la Consulta dipartimentale degli utenti e delle famiglie in fase di costituzione”.

Un processo, quello che ha messo in atto la sanità locale, che si muove nel solco lasciato a livello regionale del Governo Musumeci. “In linea con le linee guida formulate dall’assessorato regionale della Salute – ha affermato il commissario straordinario dell’Asp agrigentina, Mario Zappia – la persona e i suoi bisogni sono posti al centro di azioni mirate e individualizzate, come i Pti in salute mentale, messi in campo dall’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento”.

“Grazie alle risorse stanziate – ha concluso Zappia – e, soprattutto, alla creazione di una vera e propria rete a sostegno del paziente fatta di molti attori, ciascun utente del Dipartimento di Salute mentale potrà contare su un piano calibrato sulle sue esigenze e su quelle della propria famiglia”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684