Sanremo 2022, testa a testa per la vittoria ed è già Ferilli show - QdS

Sanremo 2022, testa a testa per la vittoria ed è già Ferilli show

web-la

Sanremo 2022, testa a testa per la vittoria ed è già Ferilli show

Valerio Barghini  |
sabato 05 Febbraio 2022 - 14:52

Bisogna dire che una classifica generale così “ballerina” non la si vedeva da tempo. Anche se ormai è chiaro a tutti quale sarà la composizione del podio

Bisogna dire che una classifica generale così “ballerina” non la si vedeva da tempo. Anche se ormai è chiaro a tutti quale sarà la composizione del podio: si tratta solo di capire chi sarà medaglia di bronzo e d’argento e chi, invece, andrà ad aggiungersi alla galleria dei vincitori delle altre 71 edizioni del Festival di Sanremo.

Mistero classifica

Una suspense questa del “e stasera chi sarà primo, secondo e terzo?” che ieri sera ha tenuto incollati al video una media di 11.378.000 spettatori con uno share record che non si vedeva dal 1995, oltre il 60 per cento. Per ritrovare un numero ancora più alto, bisogna scorrere il calendario fino al 1995 quando Pippo Baudo, Claudio Koll e Anna Falchi raggiunsero una media del 65,81 per cento: quell’edizione fu vinta da una “certa” Giorgia con Come saprei. E, forse, è giusto che la storia si ripeta a distanza di 27 anni e a 20 dalla tragica scomparsa dell’artista di cui proprio Giorgia, per un periodo, fu compagna, Alex Baroni, brillantemente omaggiato ieri sera da Aka7even ed Arisa, con quel Cambiare giunta in quel Festival seconda fra le Nuove Proposte, ma che valse al cantautore milanese il premio dell’allora Giuria di Qualità presieduta da Luciano Pavarotti. 

Grazie Amadeus

Stasera, sipario. Evidentemente, in bellezza, anche se, nelle parole del Direttore di Raiuno, Stefano Coletta, “quando si ha la responsabilità dell’evento più importante della tv italiana la scaramanzia non manca. Di certo, però, quando si vive un Festival così, diventa quasi difficile profferire qualsiasi sostantivo o aggettivo, che diventerebbero riduttivi. Questo Festival ha raggiunto un risultato di compiutezza, frutto del connubio tra talento e occasione”. E poi ha concluso ringraziando Amadeus “la cui maturità artistica è fuori discussione, prodotto soprattutto della sua autenticità, come persona, che arriva dritto al cuore delle persone a casa”. 

Super Ferilli

Un Amadeus che stasera completerà la cinquina in rosa che l’ha affiancato alla conduzione di questa 72esima edizione del Festival sfilando l’asso dalla manica: Sabrina Ferilli. Una donna “bella, brava, ironica, simpatica, divertente – sono gli aggettivi usati da Amadeus – e che ha come destinatario un target perfettamente in linea con il Festival di Sanremo, dato che piace molto anche ai ragazzi e alle ragazze”. 

Sabrina Ferilli che, oltre a dirsi ovviamente soddisfatta perché “per chi fa il nostro mestiere Sanremo rappresenta un momento straordinario”, ha fin da subito dato prova della sua simpatia e ironia. Prima con Stefano Marroni, Capo Ufficio Stampa Rai, che la invitava, se lo desiderava, ad abbassare la mascherina mentre parlava al microfono (“Stamo come a scola”, ha rimpallato l’attrice), poi con lo stesso Ama, con il quale ha messo su un divertente siparietto. Il direttore artistico, infatti, ha svelato un aneddoto: “Era inizio gennaio ed ero lì che stavo meditando su chi mi avrebbe potuto affiancare a questo Festival. A un certo punto si avvicina mio figlio Josè, Papà, stai pensando, vero, a chi condurrà con te Sanremo? E io Be’, sì, certamente. E mio figlio Ma lei sicuramente non può mancare. E io Lei chi, scusami? E Josè Ma Sabrina Ferilli: che domande. La conferma che Sabrina è una che piace a tutti ed è una di noi, che dice le nostre stesse parolacce”. Salvo poi venire apostrofato dalla Ferilli: “E cazzarola, ma questo nun lo dovevi di’!”. Sabrina, poi, ha proseguito con gli aneddoti: “Erano le feste di Natale e stavo a casa ‘ntronata de farmaci a causa di una cervicale. Ricevo la telefonata di Lucio (Presta, ndr) e dico subito di sì de botto.

Poi, appunto, siccome ero in quelle condizioni, io non abituata a prendere medicine, mi è sorto il sospetto di essermi sognata tutto. Ma, poiché nella prima fase, aleggia un clima da 007, non potevo parlarne con nessuno. Così non sapevo come fare. Passano tre giorni e prendo coraggio. Ritelefono ed esordisco con Ah, ma che bello fare Sanremo! Delle due, l’una. O mi sentivo rispondere Ma che ca..o stai a di’ oppure quello che poi mi è stato detto. Battute a parte, sono davvero contenta di trovarmi qui stasera per la finale e, soprattutto, con Amadeus. Che ha un pregio tutt’altro che scontato nel nostro mondo: la capacità di saper accogliere. Che di Ama, oltre che un valore aggiunto, è un valore unico”. 

Sabrina, a differenza delle quattro attrici che l’hanno preceduta, questa sera non farà un monologo ma una conversazione con Amadeus. Una sorta di botta e risposte a domande che l’attrice di Fiano Romano si farà ad alta voce. Oltre alla scoppiettante Ferilli, sul palco dell’Ariston, Marco Mengoni, la Banda della Guardia di Finanza, Fabio Rovazzi e Orietta Berti (che per l’occasione “abbandoneranno” la nave). E un omaggio dovuto: quello a Raffaella Carrà. Con la prima mondiale di un progetto inedito dedicato alla Raffa nazionale, il musical curato da Valeria Arzenton (importante figura nel mondo dello spettacolo dal vivo nazionale), Ballo Ballo. Aspettando la proclamazione del vincitore della 72esima edizione del Festival di Sanremo.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684