Migranti, nave Ong Sea Eye 4 approda a Messina con 476 persone - QdS

Sea Eye 4 approda a Messina con 476 persone mentre la Sea Watch chiede aiuto

webms

Sea Eye 4 approda a Messina con 476 persone mentre la Sea Watch chiede aiuto

webms |
mercoledì 22 Giugno 2022 - 14:10

Dopo nove notti difficili, i migranti a bordo della Sea Eye 4 avranno un porto sicuro a Messina. Situazione difficile a bordo della Sea Watch 4: gli aggiornamenti.

Al momento sono numerosi i migranti che chiedono aiuto nel Mediterraneo. Sono persone alla ricerca di un porto sicuro dopo un pericoloso viaggio in mare. Le navi Ong più affollate e bisognose di intervento sono la Sea Eye 4 e la Sea Watch 4, in mare rispettivamente con 476 e 312 persone a bordo.

A breve, la Sea Eye 4 approderà a Messina. A bordo, tra i 476 migranti salvati in mare negli scorsi giorni, ci sono anche 66 minorenni. Per la Sea Watch 4, invece, pare che non ci sia ancora una soluzione. La situazione a bordo, purtroppo, è sempre più difficile: nella notte, infatti, una persona sarebbe stata evacuata per problemi di salute.

Sea Eye 4: l’arrivo a Messina

A breve i migranti e l’equipaggio a bordo della Sea Eye arriveranno a Messina. L’attesa per un porto sicuro è durata più di una settimana: ben 9 notti, per l’esattezza. Alcune delle persone a bordo della nave Ong erano state evacuate negli scorsi giorni per ferite e ustioni.

L’appello della Sea Watch 4

Altre 312 persone sono nel Mediterraneo in cerca di un porto sicuro: si tratta dei migranti a bordo della Sea Watch 4. La notte appena trascorsa non è stata semplice: si è rivelata necessaria, infatti, l’evacuazione di persona per gravi problemi di salute.

Il personale di Sea Watch chiede un intervento immediato delle autorità per risolvere questa situazione drammatica: “Ieri notte una persona con problemi di salute estremamente gravi è stata evacuata con urgenza dalla #SeaWatch4. A bordo ne restano 312: hanno bisogno di un porto di sbarco sicuro. Fatele sbarcare“.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684