Sicilia zona gialla ma dal 14 febbraio, ecco perché - QdS

Sicilia zona gialla ma dal 14 febbraio, ecco perché

web-pv

Sicilia zona gialla ma dal 14 febbraio, ecco perché

web-pv |
venerdì 04 Febbraio 2022 - 13:03

L'isola abbandonerà la zona arancione ma solo a partire da San Valentino. Decisivo il calo dei ricoveri in terapia intensiva

La Sicilia tornerà presto in zona gialla. La curva epidemica punta verso il basso e l’isola sembra aver superato il momento critico, soprattutto perché il tasso di occupazione delle terapie intensive è tornato sotto il 20%. Restano invece alti i numeri per quanto riguarda la pressione sull’area medica: la Sicilia infatti è al terzo posto in Italia con il 38,3%. Il ritorno in giallo comunque non avverrà subito ma dal 14 febbraio: bisogna infatti completare almeno due settimane in arancione prima del cambio fascia.

I dati dell’isola

Nel bollettino di ieri la Sicilia ha registrato 6.452 nuovi casi su 39.282 tamponi, con un tasso di positività in calo al 16%. I ricoverati in area medica sono 1.467 (38% di posti letto occupati, come precedentemente detto) mentre in terapia intensiva si trovano 140 pazienti. Quest’ultimo dato è quello che riconsegna la Sicilia alla zona gialla, visto che la percentuale di occupazione è scesa al 16,3%. In aumento invece gli attuali positivi, al momento 258.176. Segnali confortanti anche per quanto i riguarda i decessi, con il trend in discesa.

Le parole di Speranza

“Siamo finalmente in una fase che appare essere diversa da quella dei mesi precedenti. Dobbiamo ancora tenere i piedi per terra e avere massima prudenza ma per la prima volta da molte settimane guardiamo con fiducia a numeri che stanno finalmente migliorando nella lotta al Covid”, ha commentato il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Certo – ha sottolineato – i casi sono ancora altissimi e dobbiamo mantenere un livello di attenzione alto, ma è anche vero che grazie a vaccini e comportamenti corretti siamo in condizioni di registrare un abbassamento del numero dei contagi e soprattutto una stabilizzazione e in alcuni casi una riduzione delle ospedalizzazioni. Speriamo che i numeri continuino a scendere nei prossimi giorni, questo è importante perché – ha concluso – ci potrà consentire di aprire una fase nuova”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001