Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro - QdS

Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro

redazione

Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro

venerdì 07 Ottobre 2022 - 05:00

Tutte le novità in un volume Inail e Vigili del Fuoco

Negli ultimi vent’anni, il d.m. 10 marzo 1998 ha rappresentato il principale e fondamentale atto normativo per la valutazione dei rischi d’incendio nei luoghi di lavoro. Per il 1998 il decreto mostrava aspetti del tutto innovativi, introducendo per la prima volta indicazioni di tipo “prestazionale” per la valutazione del rischio d’incendio non precludendo comunque l’utilizzo di altre metodologie di consolidata validità e introducendo i tre livelli “qualitativi” del rischio d’incendio: elevato, medio e basso.

Una metodologia basata sull’approccio prestazionale

Pur non rappresentando una regola tecnica, il d.m. 10 marzo 1998 ha guidato i progettisti nella definizione dei criteri generali di prevenzione incendi per la progettazione delle attività soggette e non normate. Dopo due decenni, però, anche in conseguenza dell’importante evoluzione normativa che negli ultimi anni ha caratterizzato tutto il settore della prevenzione incendi, è stato necessario allineare anche i contenuti del d.m. 10 marzo 1998 al nuovo corso dettato, fondamentalmente, dall’adozione di una metodologia di progettazione della sicurezza antincendio basata sull’approccio prestazionale, procedendo così ad un profondo restyling per tenere il passo con l’evoluzione normativa.

Tre distinti decreti per semplificare l’applicazione della nuova normativa

Con l’emanazione dei tre provvedimenti, d.m. 1 settembre 2021, d.m. 2 settembre 2021 e d.m. 3 settembre 2021, si è avuto il definitivo superamento dello “storico” d.m. 10 marzo 1998, che ha segnato un’epoca della prevenzione incendi, rappresentando il principale strumento normativo per la valutazione dei rischi d’incendio nei luoghi di lavoro, anche per le attività soggette ai controlli del Corpo Nazionale dei Vigili dei Fuoco.
La scelta di emanare tre distinti decreti è stata suggerita, considerata la vastità della tematica, dalla volontà di semplificarne la lettura e l’applicazione da parte degli utilizzatori e facilitarne la gestione in occasione degli inevitabili aggiornamenti futuri.

Nella pubblicazione indicazioni di tipo normativo e pratico per la valutazione dei rischi d’incendio e due casi studio. La pubblicazione edita da Inail e Vigili del Fuoco, rifacendosi ai nuovi tre decreti, riporta indicazioni di tipo normativo e pratico per la valutazione dei rischi d’incendio nei luoghi di lavoro oltre all’esame di due casi studio relativi, rispettivamente, ad un luogo di lavoro a basso e non basso rischio d’incendio. Per la sua stesura sono stati coinvolti il Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici dell’Inail e la Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che istituzionalmente si occupano di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il testo spazia dall’analisi dei luoghi di lavoro all’individuazione dei pericoli d’incendio, supportando tecnici e professionisti dell’antincendio nell’individuazione delle misure di prevenzione e protezione e per la valutazione del rischio.
Vengono anche affrontate le modalità per l’attribuzione dei profili di rischio e dei livelli di prestazione alle misure antincendio, anche con l’individuazione delle soluzioni progettuali necessarie. Come ogni pubblicazione edita dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, il testo è scaricabile gratuitamente dal portale Inail.

Per saperne di più: https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/pubblicazioni/catalogo-generale/pubbl-progettazione-sicurezza-antincendio-luoghi-lavoro-2022.html

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001