Manovra, sale accisa sulle sigarette: ecco quanto costerà un pacchetto nel 2023 - QdS

Manovra, sale accisa sulle sigarette: ecco quanto costerà un pacchetto nel 2023

web-mp

Manovra, sale accisa sulle sigarette: ecco quanto costerà un pacchetto nel 2023

web-mp |
mercoledì 23 Novembre 2022 - 21:47

Sale quella parte di accisa definita "importo fisso per unità di prodotto": nel 2023 sarà di 36 euro per 1.000 sigarette. Ecco quanto costerà un pacchetto di sigarette a partire dal nuovo anno

Da gennaio aumenterà il prezzo delle sigarette. E sarà una conseguenza dell’incremento dell’accisa, come prevede la manovra approvata dal Consiglio dei ministri.

“Per le sigarette, l’ammontare dell’accisa è costituito dalla somma dei seguenti elementi: un importo specifico fisso per unità di prodotto, determinato, per l’anno 2023, in 36,00 euro per 1.000 sigarette, per l’anno 2024 in 36,50 euro per 1.000 sigarette e, a partire dall’anno 2025, in 37,00 euro per 1.000 sigarette; un importo risultante dall’applicazione dell’aliquota di base, di cui alla voce “Tabacchi lavorati” al prezzo di vendita al pubblico”.

Quanto costerà un pacchetto di sigarette nel 2023

La decisione sull’aumento dell’accisa sulle sigarette è rimasta in bilico fino all’ultimo momento, ma è passata definitivamente, con l’obiettivo di fare cassa. La scelta del Governo porterà inevitabilente ad aumenti anche sul prezzo finale per il consumatore. E sarà un ulteriore aumento, rispetto a quello degli anni passati: il prezzo delle sigarette aveva già visto un +30% del 2021 e un +35% del 2022.

Al momento non è ancora chiara la percentuale di incremento sul prezzo per i consumatori, ma visto l’aumento dell’accisa è inevitabile che questo si ripercuota sul costo finale. In particolare, la stangata riguarderebbe i prodotti con tabacco lavorato, dunque sigarette, sigari, tabacchi da fiuto e mastico, da pipa e da inalazione.

A fissare il prezzo di vendita sarà l’Agenzia Dogane e Monopoli che dovrà calcolare diverse voci come accise, Iva, aggio, quota al fornitore. Per le sigarette l’accisa è data dalla somma tra la componente fissa e una proporzionale al prezzo di vendita, con un’aliquota di base fissata al 59,8%. L’Iva, invece, è al 22% per tutti i prodotti del tabacco, mentre le accise variano per categoria. L’aggio del rivenditore è invece il 10% del prezzo di vendita al pubblico. L”aumento sarà da un minimo di 20 centesimi in più a pacchetto a un massimo di 70 centesimi.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001