Siracusa, meno reati denunciati e -11% di furti - QdS

Siracusa, meno reati denunciati e -11% di furti

Luigi Solarino

Siracusa, meno reati denunciati e -11% di furti

mercoledì 10 Giugno 2020 - 00:00
Siracusa, meno reati denunciati e -11% di furti

Si è celebrato con sobrietà il 206esimo anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Buona parte dell’attività è stata orientata anche a prevenire la diffusione del Covid 19

SIRACUSA – Presso la sede del Comando provinciale di Siracusa, si è svolta la celebrazione del 206° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. La celebrazione, tenuto conto della situazione sanitaria nazionale correlata al Covid-19, ha visto la deposizione di una corona d’alloro da parte del comandante provinciale, colonnello Giovanni Tamborrino, accompagnato dal prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto, presso la targa in onore dei Caduti dell’Arma all’ingresso della caserma di viale Tica. La cerimonia è stata l’occasione per fare il punto dei principali indicatori di delittuosità e azione di contrasto nel periodo compreso fra giugno 2019 e maggio 2020. L’attività preventiva dispiegata dall’Arma ha fatto registrare, nei 12 mesi presi in esame, ben 25.311 servizi esterni, con una proiezione sul territorio pari a 129.156 ore, con un incremento del 31% rispetto all’analogo periodo precedente.

Da segnalare anche l’attività preventiva portata avanti dai Carabinieri aretusei per la prevenzione della diffusione della pandemia da Covid-19 che, nel periodo compreso fra il 10 marzo 2020 e la data odierna, ha visto ben 6.115 servizi mirati al controllo del rispetto delle misure caratterizzanti le fasi 1 e 2 dell’emergenza, con l’impiego di circa 13.000 militari, che hanno controllato ben 30.000 persone e numerosissime attività economiche, assicurando il rispetto delle norme sulla circolazione nel territorio, di regolare apertura di esercizi ed attività in genere, delle disposizioni sul distanziamento sociale e sul rispetto della quarantena.

Il numero complessivo dei reati denunciati per cui procede l’Arma dei Carabinieri è diminuito, passando da 9.940 a 9.080 circa (-9%), costituendo comunque il 68% di quelli complessivamente denunciati a tutte le Forze dell’ordine, nel capoluogo e in provincia. Il numero dei reati scoperti è stato del 30% circa di quelli per cui i Carabinieri hanno proceduto, che ricalca la percentuale dell’omologo periodo antecedente.

Il numero di rapine consumate, pari a 63, è invariato rispetto al periodo antecedente, nel quale ne erano state registrate altrettante. Positivo il dato inerente ai furti denunciati, passati da 4.503 a 4.012 (-11%), nonostante le preoccupazioni inerenti al possibile incremento di furti che si sarebbe potuto scoprire a conclusione del lockdown. Dall’inizio dell’anno (gennaio-maggio 2020), le persone denunciate a piede libero dai Carabinieri aretusei per reati di vario genere sono state 1.908, con un incremento del 28,4% rispetto all’omologo periodo precedente, mentre il numero degli arresti è stato di 223 in totale (-10% rispetto ai primi cinque mesi del 2019), di cui 129 in flagranza e 94 su disposizione dell’Autorità giudiziaria. L’attività antidroga ha registrato il sequestro di un totale di 42 chili di stupefacenti di vario genere e l’arresto di 113 soggetti, consentendo, altresì, di individuare 448 soggetti dediti all’assunzione di droghe (+25% rispetto ai 359 del periodo in comparazione), per lo più giovani, segnalati alle Prefetture di residenza. Il contrasto ai reati in materia di violenza di genere, con particolare riguardo ai maltrattamenti in famiglia ed agli atti persecutori (stalking), ha portato all’arresto di 14 soggetti e al deferimento in stato di libertà di altri 12 resisi responsabili di odiose condotte in danno di fasce deboli.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684