Plemmirio, ambientalisti e cittadini vogliono la Riserva - QdS

Plemmirio, ambientalisti e cittadini vogliono la Riserva

Luigi Solarino

Plemmirio, ambientalisti e cittadini vogliono la Riserva

mercoledì 05 Maggio 2021 - 00:00

Nel rispetto delle regole anti-Covid e senza assembramenti, si sono riuniti nell’area della Pirillina e Punta mola per chiedere l’istituzione al Governo regionale, in “ritardo sulla definizione finale dell’iter”

SIRACUSA – Istituire al più presto la riserva naturale del Plemmirio. Lo chiedono le Associazioni ambientaliste e i numerosi cittadini che il 2 maggio si sono recati nell’area della Pillirina e Punta Mola, per ribadire, con un flash mob, la volontà di vedere istituita la Riserva Naturale Terrestre Penisola della Maddalena e Capo Murro di Porco.

Tra le Associazioni che vi hanno preso parte figura il coordinamento “Sos Siracusa”, TerraW, Plastic Free Onlus – Siracusa, Siracusa Discover, Gruppo D’Animazione Missionaria Ad Gentes, Naturalchemica, Siracusa Ecologica, Circolo Arci Khorakhanè, La Brigata Rosa, Associazione Culturale Minerva per la Pillirina. Gli ambientalisti, nel pieno rispetto delle disposizioni anti Covid-19, hanno manifestato la propria indignazione sulla mancata istituzione della riserva da parte del Governo regionale.

Sul proprio profilo Facebook, Sos Siracusa scrive: “Non c’è alcuna ragione valida per non completare l’iter istitutivo della Riserva della Penisola Maddalena, se non la mancanza di volontà politica da parte della Regione Siciliana. Dal luglio del 2015 l’area è infatti inserita nel Piano Regionale dei Parchi e delle Riserve, in attesa soltanto che con un decreto specifico l’assessore Regionale al Territorio e Ambiente la istituisca, determinandone definitivamente i confini, la zonizzazione e l’Ente gestore. Nessun ricorso dei tanti proposti dalla società Elemata Maddalena, proprietaria dei terreni in c.da Massolivieri e Punta della Mola ha sospeso né gli atti del procedimento istitutivo né il piano paesaggistico che tutela le aree in questione, pertanto questo ritardo nella definizione finale dell’iter istitutivo non può avere alcuna giustificazione”.

La Riserva Naturale della Pillirina, richiesta anche dal Comune di Siracusa, è da anni nel cuore e nelle gambe dei Siracusani e dei tantissimi turisti che la percorrono e ne ammirano le bellezze – conclude Sos Siracusa -. Facciamo in modo che finalmente arrivi anche sulla punta della penna dell’assessore Salvatore Cordaro che dovrà firmare il decreto che la istituisca definitivamente”.

Anche l’Associazione Natura Sicula sostiene l’istituzione della Riserva della Pillirina. “Non c’è alcun dubbio: la riserva naturale al Plemmirio non la vogliono solo quattro ostinati ambientalisti, ma è volontà della maggioranza del popolo siracusano – afferma il presidente di Natura Sicula, Fabio Morreale, – . Malgrado le restrizioni determinate dalla pandemia, un migliaio di cittadini si sono recati alla “Pillirina” per esprimere il loro legame al luogo e per manifestare la loro indignazione sulla mancata istituzione della riserva da parte del governo regionale”.

“Un flash-mob civile e ordinato – prosegue Morreale – ha creato il successo della giornata e ha consentito di affermare che la mancata istituzione della riserva naturale non ha giustificazioni ed è la conseguenza di una precisa volontà politica. Ogni passaggio burocratico infatti è stato espletato, manca solo la firma al decreto dell’assessore regionale Salvatore Cordaro, una firma che non arriva da oltre cinque anni e che salverebbe l’area, una volta per tutte, dalla cementificazione speculativa”.

“La classe politica – conclude Morreale – si convinca che la riserva è l’unico strumento per creare in quest’area una possibile armonia tra umanità e natura, in linea con le politiche ambientali europee sullo sviluppo sostenibile”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684