Strutture per l’infanzia a Siracusa: sei milioni per due progetti - QdS

Strutture per l’infanzia a Siracusa: sei milioni per due progetti

Luigi Solarino

Strutture per l’infanzia a Siracusa: sei milioni per due progetti

giovedì 12 Agosto 2021 - 00:00

I fondi, che arriveranno dal Pnrr, serviranno per la realizzazione di due istituti: uno nella frazione di Cassibile e l’altro nel quartiere Neapolis. Ogni polo potrà accogliere fino a 160 bambini

SIRACUSA – Sono due i progetti, entrambi esecutivi, finanziati nei giorni scorsi dal ministero dell’Interno per la realizzazione di altrettanti poli per l’infanzia nel territorio comunale di Siracusa. Questi poli, che saranno realizzati secondo criteri costruttivi moderni e pensati per favorire la socializzazione dei bambini, sorgeranno nella frazione di Cassibile e nel quartiere Neapolis.

Il finanziamento complessivo ammonta a sei milioni di euro, tre per ciascuna scuola, fondi che proverranno dal Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) e stanziati specificatamente per strutture scolastiche nelle periferie dei capoluoghi di provincia. Siracusa, che aveva presentato i progetti lo scorso maggio, è risultata la seconda in Italia nella sezione alla quale ha partecipato. Ogni polo per l’infanzia potrà accogliere fino a 160 bambini: 60 per la fascia 0-3 anni e 100 per quella 4-6 anni. Entrambi sorgeranno su terreni comunali.

Quello di Cassibile si trova in via Giusti, in un’estensione di 5 mila 200 metri quadrati nei pressi della stazione dei Carabinieri e a due passi dall’Istituto comprensivo “Falcone e Borsellino”; per quella di contrada Carrozziere è stata individuata un’area di 9 mila 200 metri quadrati tra via dello Sparviero e via del Cormorano. I due plessi saranno costruiti in legno e intonaco, con avanzati criteri antisismici, e saranno simili in tutto: un solo piano fuori terra, un corpo centrale per i servizi comuni e le classi disposte lateralmente. L’esterno è concepito come spazio pubblico con verde, giochi e orti didattici per favorire l’apprendimento e la socializzazione. In applicazione dei principi del Pnrr, grande attenzione è rivolta all’efficienza energetica sfruttando al massimo la luce naturale durante il giorno e puntando alla completa autonomia dei plessi.

I due progetti sono stati presentati dal sindaco, Francesco Italia, dall’assessore comunale alle Opere pubbliche e all’Istruzione, Pierpaolo Coppa, e dal capo di gabinetto, Michelangelo Giansiracusa. Presenti anche l’assessore, Andrea Buccheri, la dirigente, Loredana Carrara, e i delegati dei quartieri in cui sorgeranno le nuove strutture: Giuseppe Casella per Cassibile e Giovanni Di Lorenzo per Neapolis.

Un risultato che ci inorgoglisce – ha dichiarato il sindaco Italia – perché premia la qualità dei progetti, particolarmente innovativi, e la nostra capacità di programmazione, come accaduto solo la scorsa settimana quando ci sono stati accordati 28 milioni per il programma sulla qualità dell’abitare. Le due scuole incontreranno una domanda di servizi finora insoddisfatta.

“Il mandato del 2018 – ha aggiunto – era molto chiaro sul recupero delle periferie e sulle infrastrutture scolastiche. Oggi stiamo parlando di opere innovative sia sotto il profilo energetico che sotto quello antisismico e che rispondono a quanto affermato in campagna elettorale”. “Per avere assegnate le somme e partire con le procedura dell’appalto – ha dichiarato l’assessore Coppa – dobbiamo attendere il decreto di finanziamento”.

Il Pnrr – ha sottolineato – rappresenta una grande opportunità per tutti ma bisogna farsi trovare pronti perché sarà premiata la capacità di programmazione. Qui siamo di fronte a due progetti voluti fortemente dal sindaco Italia. Ricordo che a Cassibile, dove mancano gli asili nido pubblici, siamo costretti ogni anno ad acquistare posti in strutture private e che l’altra opera nascerà in contrada Carrozziere, una zona di nuova espansione edilizia, dove vivono molte giovani coppie e priva di servizi per le famiglie”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001