Strage Plymouth, l'autore era un 22enne con regolare porto d'armi - QdS

Strage Plymouth, l’autore era un 22enne con regolare porto d’armi

web-mp

Strage Plymouth, l’autore era un 22enne con regolare porto d’armi

web-mp |
sabato 14 Agosto 2021 - 08:25

In un video social, prima della strage, il giovane dice: "so che è solo un film ma a volte mi piace pensare di essere Terminator o qualcosa del genere"

Jake Davison, il 22enne che giovedì scorso a Plymouth, nel Regno Unito, ha ucciso cinque persone a colpi di pistola e poi si è suicidato, era in possesso di un regolare porto d’armi. Come riportato dalla Bbc, lo ha rivelato il commissario capo della polizia del Devon e Cornovaglia, Shaun Sawyer, spiegando che la sparatoria è durata in tutto circa sei minuti.

Secondo la ricostruzione fatta dalla polizia, Davison ha prima ucciso una donna di 51 anni che conosceva e poi è sceso in strada dove ha sparato e ucciso una ragazza molto giovane e un parente di lei di 43 anni, quindi ha esploso dei colpi contro una donna di 53 anni e un uomo di 33 che sono ricoverati in ospedale in prognosi riservata e rischiano la vita.

Poi il 22enne è andato in un parco, dove ha ucciso un 59enne e poi si è spostato a Henderson Place dove ha sparato a una donna di 66 anni, che è morta poco dopo all’ospedale. A questo punto, il killer ha rivolto l’arma contro di se e ha fatto fuoco davanti ad alcuni testimoni.

Al momento, le indagini non hanno trovato elementi che spieghino il perché Davison abbia deciso di compiere questa mattanza ma in un video di 11 minuti postato su Reddit, Davison si lamenta di essere vergine e rivela di far parte della galassia “incels”, gruppi formati da uomini soli che incolpano le donne per i loro fallimenti e incapacità ad avere relazioni e rapporti sessuali.

Gruppi collegati ad alcuni omicidi compiuti in diversi Paesi negli ultimi anni. Inoltre, in un passaggio del video, il 22enne dice: “So che è solo un film ma a volte mi piace pensare di essere Terminator o qualcosa del genere: nonostante sia un fallimento quasi totale, continua a cercare di portare a termine la sua missione”.

Le indagini ora proseguono anche per capire come il giovane abbia potuto ottenere il porto d’armi.

immagine dal web

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684