Studenti Vs Covid-19 - QdS

Studenti Vs Covid-19

redazione

Studenti Vs Covid-19

lunedì 08 Giugno 2020 - 12:23
Studenti Vs Covid-19

Partita iniziata con forte svantaggio per gli studenti, ma il risultato è sorprendente. In seguito all’emergenza Covid-19 ci si trova catapultati in una nuova e particolare dimensione. Ciò ha costretto milioni di persone nel mondo a doversi adattare e ad utilizzare nuove metodologie di apprendimento.

L’ente scolastico, di fronte a questa emergenza che costringe tutti a rimanere a casa, si è attivato con la didattica a distanza che ha apportato disorientamenti e stress non indifferenti per docenti e alunni.

#lascuolanonsiferma# è diventato lo slogan del mondo della scuola e della cultura.

Nonostante tutto, noi ragazzi abbiamo reagito più o meno positivamente anche se siamo stati costretti ad adattarci alle varie piattaforme dedicate ai meeting.

Dopo i diversi tipi di approcci con le diverse piattaforme, come ad esempio zoom, skype o Gsuite, la nostra scuola, il liceo G. Lombardo Radice di Catania, si è uniformata utilizzando una piattaforma di Google “Gsuite e meet” per video conferenze, piattaforma che permette la restituzione e la correzione di compiti e di interfacciarci con gli insegnanti.

Gsuite è una piattaforma di Google in cui gli insegnanti hanno la possibilità di creare classi virtuali, assegnare compiti e creare documenti condivisibili con tutto il corso.

Ogni studente può svolgere il proprio lavoro rispettando i termini di consegna indicati dal docente.

Entrando nella piattaforma troveremo la cartella con la dicitura “lavori imminenti” assegnati dall’insegnante; una volta che lo studente ha svolto il compito caricherà il proprio file e lo consegnerà all’ insegnante richiedente.

Questa modalità non è stata subito facile ed intuitiva: spesso capitava che lo studente non riusciva a consegnare correttamente il file contenente il compito svolto; l’insegnante non riusciva a riceverlo o la consegna non avveniva nei tempi richiesti. Comunque è bastata l’esperienza di qualche giorno per utilizzare correttamente e tutto sommato agevolmente questo nuovo strumento.

Prima dell’utilizzo di questa piattaforma didattica, abbiamo utilizzato diversi sistemi di videochiamata come zoom e skype ma spesso capitava che l’audio o la video camera non funzionassero correttamente o che un insegnante non riuscisse a sentire noi ragazzi per interruzioni improvvise o malfunzionamento della rete; questo inconveniente capitava molto frequentemente così si è deciso che, per una maggiore serenità e praticità, ci si uniformasse tutti ad un’unica piattaforma così da non creare ulteriori disorientamenti e far sì che ogni professore non utilizzasse un metodo di apprendimento differente!

In questa situazione eccezionale non è facile neanche per il governo prendere le giuste decisioni; tante sono le ipotesi delle modalità di ritorno sui banchi di scuola a settembre.

La ministra all’istruzione Lucia Azzolina sta da mesi lavorando per garantire a noi studenti un futuro e soprattutto per non vanificare i tanti sacrifici fatti finora per portare a compimento l’anno scolastico in maniera dignitosa e serena per quel che è possibile, mostrando anche una particolare attenzione per gli studenti con disabilità le cui difficoltà vengono ancor più amplificate da questa nuova situazione.

Noi studenti, insieme ai nostri docenti, ci siamo messi in gioco affinché potessimo riuscire a dare un’aura di normalità a questa terribile situazione in cui purtroppo ci troviamo catapultati e che di normale non ha proprio nulla.

Sperando che questa situazione, che porta con sé del surreale, possa presto cessare, gli studenti sono comunque orgogliosi di aver potuto dare con il loro impegno una spinta all’ente scolastico e di poter ancora affermare che il sapere è l’arma più forte che combatte qualsiasi tipo di situazione.

Irene Scafile – 4 LG

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684