Tabaccheria chiusa da oltre un anno dopo frana: commerciante agrigentino inizia sciopero della fame

Tabaccheria chiusa da oltre un anno dopo frana: commerciante agrigentino inizia sciopero della fame

Daniele D'Alessandro

Tabaccheria chiusa da oltre un anno dopo frana: commerciante agrigentino inizia sciopero della fame

Redazione  |
sabato 07 Gennaio 2023 - 13:10

Un commerciante agrigentino ha deciso di iniziare lo sciopero della fame per protesta contro la chiusura della sua attività da oltre un anno

Era il 21 novembre 2021, dunque oltre un anno fa, quando le autorità hanno deciso di chiudere la tabaccheria di Giuseppe Scirica, 59 anni, commerciante di Menfi nella località balneare di Porto Palo.

Il motivo della chiusura è legato ad una frana del costone, avvenuta subito dopo il naufragio.

I lavori per rimuovere la montagna di fango venutasi a creare, tuttavia, tardano a partire, cosicché l’uomo ha deciso di iniziare ieri mattina per protesta uno sciopero della fame.

“Io abbandonato da istituzioni, mio figlio costretto ad andarsene”

Giuseppe Scirica non si dà pace, disperato per non poter riprendere a lavorare e mantenere la sua famiglia.

“Sono stato abbandonato dalle istituzioni, non posso più mantenere la mia famiglia, mio figlio è stato costretto ad emigrare” le parole amare dell’uomo, che nelle scorse ore ha avuto un confronto con il sindaco di Menfi.

“Comprendo le ragioni del disagio di questo nostro concittadino – ha dichiarato il primo cittadino – ma l’amministrazione comunale ha fatto quello che poteva, sollecitando gli enti sovracomunali, perché per questa frana occorrono interventi strutturali complessi, che richiedono finanziamenti regionali. Ad oggi è stato realizzato un primo intervento di messa in sicurezza del costone secondo le priorità stabilite dalla Protezione civile regionale”.

(Foto: pagina Facebook “Il futuro dipende da te”)

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001