Totti, caso scommesse: segnalati bonifici sospetti all'Antiriciclaggio

Totti, sorvegliato speciale dell’Antiriciclaggio: “milioni usati per le scommesse”

epmedia

Totti, sorvegliato speciale dell’Antiriciclaggio: “milioni usati per le scommesse”

epmedia |
mercoledì 04 Gennaio 2023 - 11:28

Secondo i risk manager Totti avrebbe riferito: “Mi piace scommettere”. Sotto esame due conti, con varie operazioni legate ai casinò di Montecarlo, Londra e Las Vegas

Ancora guai per l’ex calciatore della Roma, Francesco Totti, questa volta non c’entrano le vicende private legate al divorzio con l’ex moglie Ilary Blasi. Per il “pupone” è ora alle prese con alcuni bonifici sospetti che sarebbero finiti nel mirino dell’antiriciclaggio.

Scoppia il caso scommesse

A parlarne oggi è La Verità in un articolo a firma di Giacomo Amadori, in cui si legge che alcune segnalazioni di operazioni sospette degli addetti all’antiriciclaggio (sos) – che da tempo stanno addosso all’ex campione – che raccontano di come il patrimonio familiare negli ultimi tempi sia stato duramente colpito da una emorragia di denaro uscito dai conti di casa per approdare a Montecarlo.

Le indagini sui conti di Francesco Totti

Al centro dell’indagine ci sono due conti dell’ex capitano. Uno è intestato con l’ex moglie Blasi, l’altro con Manuel Zubiria Furest, l’ex team manager della Roma. Sotto osservazione, da parte dei risk manager, ci sono cinque assegni bancari e un bonifico intestati alla «Societe financiere et d’encaissement (Sfe) con sede a Monte Carlo, pagati tra l’agosto 2018 e il gennaio 2020 per complessivi 1.305 milioni di euro. Soldi, almeno in apparenza, serviti a «finanziare le giornate che il noto personaggio ama trascorrere nella casa da gioco del Principato».

I dubbi dell’Antiriciclaggio

Per gli esperti dell’antiriciclaggio tanti sono i dubbi su queste operazioni. La Sfe di Montecarlo sembrerebbe svolgere anche un’attività bancaria». Quindi, aggiungono «Non è chiaro se il denaro inviato sia destinato solo al gioco oppure ad altro».

C’è poi un altro bonifico da 300mila euro vero la «United London services limited collegata con il casino di Londra» e un altro da 200mila euro in favore della Belco, apparentemente collegata con il casino di Las Vegas.

Movimenti sospetti al fratello Riccardo

I movimenti sospetti riguardano anche i tanti prelievi in contanti del fratello Riccardo, o un altro conto utilizzato per le raccolte di beneficienza, dove avrebbero versato denaro con la causale sanzioni e multe diversi ex compagni di squadra (Antonio Rudiger, Thomas Vermaelen, Radja Nainggolan, Juan Jesus, Edin Dzeko ed Emerson Palmieri).

Il “prestito” alla figlia di una anziana ad Anzio

L’ultimo alert di Bankitalia risale ad agosto per un «prestito infruttifero» di 80mila euro inviato su un conto cointestato con la figlia di un’anziana residente ad Anzio. Soldi che lo stesso giorno sono stati trasferiti su conto cointestato col marito dipendente del ministero dell’Interno e amico di Totti e infine sul suo personale. Inoltre, rivela La Verità, sono periodici una serie di bonifici «rivenienti da società operanti nel settore delle scommesse online», come la Malta limited terrestre, la Malta limited online e la Sa.Pa. Srl. Per un totale di 87mila euro e altri 125mila sono stati versati sul conto della coppia assieme ad assegni bancari per un totale di 445mila euro.

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001