Troina punta sul turismo “Gay friendly” - QdS

Troina punta sul turismo “Gay friendly”

redazione

Troina punta sul turismo “Gay friendly”

venerdì 11 Settembre 2020 - 00:00
Troina punta sul turismo “Gay friendly”

L’obiettivo è accogliere questi viaggiatori in un ambiente amichevole e privo di pregiudizi
Previsti corsi di formazione per gli operatori del settore e un apposito marchio di qualità

TROINA (EN) – Con delibera di Giunta dello scorso venerdì 4 settembre, il Comune si è dichiarato città “Gay friendly”, aprendosi in questo modo al turismo di genere, per promuovere l’accoglienza delle minoranze sessuali senza alcuna discriminazione.

“Il tema dell’accoglienza turistica – ha spiegato il sindaco Fabio Venezia – è centrale nella più ampia strategia di promozione del territorio e, coerentemente con la grande tradizione di accoglienza della nostra comunità, abbiamo promosso questa iniziativa per la tutela e il rispetto delle minoranze sessuali, anche dal punto di vista dell’accoglienza turistica”.

L’Amministrazione, che ha tra le sue priorità il rilancio turistico del territorio, volto a creare un modello virtuoso di sviluppo fondato sulla valorizzazione delle proprie bellezze storico-artistiche, monumentali, ambientali e gastronomiche, ha infatti ritenuto opportuno promuovere apposite iniziative per la tutela e il rispetto delle minoranze sessuali che, alla luce dei recenti mutamenti sociali e culturali, hanno coinvolto la popolazione Lgbtqi (Lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali), rappresentano una particolare nicchia di turismo.

Rispetto al viaggiatore medio, il turista Lgbtqi si dimostra infatti particolarmente attento nella scelta della meta dei suoi viaggi, in quanto consapevole dei rischi che potrebbe correre in ambienti ostili nei confronti degli individui con orientamenti sessuali diversi, scegliendo la sua destinazione proprio sulla scorta dell’accettazione e del rispetto delle differenze e sulla possibilità di potersi esprimere in un ambiente non giudicativo e privo di pregiudizi.

L’iniziativa del Comune, prevede corsi di formazione per gli operatori delle strutture turistico-ricettive del territorio e la realizzazione di un apposito marchio turistico di qualità, che sarà rilasciato anche a quanti di loro ne facciano richiesta, proprio per migliorare la mentalità dell’accoglienza indiscriminata e, contestualmente, avviare strategie di marketing volte a intercettare questo segmento turistico.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684