Turismo, albergatori protestano per imposta di soggiorno più cara a Menfi - QdS

Turismo, albergatori protestano per imposta di soggiorno più cara a Menfi

redazione

Turismo, albergatori protestano per imposta di soggiorno più cara a Menfi

venerdì 19 Aprile 2019 - 00:00
Turismo, albergatori protestano per  imposta di soggiorno più cara a Menfi

MENFI (AG) – Esplode la protesta tra gli albergatori di Menfi per la decisione dell’amministrazione comunale di aumentare l’imposta di soggiorno, misura in vigore dal 2014. Una ventina di titolari di attività ricettive di varie categorie hanno chiesto al sindaco Marilena Mauceri di revocare il provvedimento, che contiene incrementi definiti “spropositati” (tra il 60% in più negli hotel a 5 stelle al 400% in più nei bed & breakfast).
Gli albergatori menfitani mettono in evidenza che gli aumenti fissati non tengono conto del fatto che la stagione è già in corso, e che tutte le strutture hanno già pianificato la propria attività acquisendo già molte prenotazioni.
“Sarebbe scorretto nei riguardi dei turisti – osservano – modificare in corsa quanto pattuito, mettendo in difficoltà gli operatori per i contratti già stipulati con i tour operator”.
C’è, poi, la denuncia nei confronti del fenomeno dell’abusivismo: affittacamere e altri posti letto non censiti che mettono in difficoltà il comparto. Dal 2014 a oggi il comune ha introitato circa 80 mila euro l’anno dall’imposta di soggiorno. Con le nuove (contestate) tariffe (il prezzo massimo per posto letto non può superare i 5 euro al giorno) conta di triplicare il gettito.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684