Parco archeologico di Taormina e Naxos, nuovi segnali di ripresa - QdS

Parco archeologico di Taormina e Naxos, nuovi segnali di ripresa

redazione

Parco archeologico di Taormina e Naxos, nuovi segnali di ripresa

martedì 07 Luglio 2020 - 00:00
Parco archeologico di  Taormina e Naxos, nuovi segnali di ripresa

Nella prima domenica di luglio il Parco ha accolto 2.138 visitatori. Sono stati 1.695 gli ingressi al Teatro antico, 300 a Isola Bella, 143 a Naxos. La direttrice Tigano, "i numeri migliorano di settimana in settimana"

MESSINA – Con quasi 14.000 visitatori (13.981) a giugno 2020 nei tre siti di Taormina, Isola Bella e Naxos il Parco Archeologico Naxos Taormina, diretto da Gabriella Tigano, archivia il primo, difficile, mese di apertura post covid in una Sicilia orfana, come tutto il Paese, dei grandi flussi turistici che da Nord a Sud alimentano l’economia nelle città d’arte e, in estate, nelle isole e nei borghi di mare.

Con il mese di luglio, tuttavia, Taormina e Giardini Naxos (Messina) cominciano a popolarsi di viaggiatori in vacanza e domenica, in occasione della consueta prima domenica del mese con ingresso gratuito promossa dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali, i visitatori dei tre siti sono stati 2.138, nonostante un meteo variabile e un veloce acquazzone in mattinata che nel pomeriggio ha lasciato spazio a un cielo dalle tinte estive. I dati forniti da Aditus, concessionari dei servizi di biglietteria del Parco, riportano 1.695 ingressi nel Teatro Antico di Taormina, 300 a Isola Bella e 143 nel Museo e Area archeologica di Giardini Naxos.

“Un inizio in salita questo di giugno dopo il lockdown – commenta Tigano – con numeri che tuttavia migliorano di settimana in settimana, complice l’inizio delle ferie per gli italiani e la ripresa di collegamenti aerei internazionali che stanno portando nella baia di Naxos-Taormina viaggiatori da varie parti d’Europa. Certamente soffriremo l’assenza dei visitatori statunitensi e dell’estremo oriente che fino al mese di febbraio scorso costituivano una presenza costante e consistente, in termini numerici, nei nostri siti archeologici”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684